Pattinaggio. Festa in Piazza Ariostea per i 40 anni del Trofeo del Lavoro; Vince la Pattinatori Spinea

 Qualche acquazzone durante la giornata non 

rovina la grande festa del pattinaggio italiano riunito in 
Piazza Ariostea per il quarantennale del Trofeo 
Internazionale del Lavoro di Pattinaggio Corsa su 
Strada, ed è così che l’anello si è colorato per tutto il 
giorno con le prestazioni agonistiche di alto livello dei 
500 atleti intervenuti in rappresentanza di 50 sodalizi 
provenienti da tutta Italia e dalla Slovenia. Pienone in
pista e pienone sugli spalti con una presenza stimata a 
Ferrara di oltre mille persone, alle quali si vanno ad 
aggiungere altrettanti ferraresi intervenuti per gustarsi 
lo spettacolo offerto da questa storica manifestazione.
Al mattino le gare cominciano con un’oretta di 
ritardo per consentire di ripristinare la Piazza dopo la 
fortissima pioggia che si è abbattuta sulla Città durante 
la notte, ma poi si procede spediti portando a termine 
senza intoppi le 12 finali in programma. Al termine è 
andata in scena la sempre coloratissima sfilata dei 
primi passi, il primo dei momenti promozionali previsti 

durante la giornata. Prima delle cerimonie di 
premiazione un momento voluto dal comitato 
provinciale di Ferrara della FIHP per ricordare il lungo 
impegno di Gilberto Silvagni (asd Cassana-Ariostea) nel 
campo del pattinaggio, dopo la decisione di 
quest’ultimo di concludere la sua attività a fine anno.
Le cerimonie di premiazione sono state affidate a 2 ex 
campioni del mondo presenti in piazza, Laura Perinti 
(Siena) e Albero Civolani (Boloogna), proseguendo così 
un iniziativa di valorizzazione della storia del 
pattinaggio italiano iniziata lo scorso anno.
Momento di festa e animazione programmato 
durante la pausa pranzo con la presenza di piazza del 
comico ferrarese Paolo Franceschini che ha coinvolto i 
presenti nella realizzazione dell’ultimo pezzo del suo videoclip “Tiram cal bagai”, che ha attirato la curiosità 
degli intervenuti, piacevolmente sorpresi dalla divertente iniziativa.
Si ricomincia a correre alle 14:30 con la 
RETRORACE, il momento per i “nostalgici del pattino 
tradizionale”, giunto quest’anno alla sua terza edizione 
e per la prima volta inserito durante il programma 
della giornata del 1°maggio, quindi con la possibilità di 
avere l’attenzione e l’interesse di tutti gli agonisti, 
specie i più giovani che questo pattino, che ha fatto la 
storia del pattinaggio italiano, non lo hanno mai usato.
Viene poi il momento delle “gare dei grandi” culminate 
con la spettacolare prova degli assoluti maschili che, 
impegnati sulla distanza dei 25’+3 giri di Piazza 
Ariostea hanno percorso quasi 20000m! 
Le premiazioni del pomeriggio sono state affidate 
all’assessore allo Sport del Comune di Ferrara Luciano 
Masieri, e al consigliere federale FIHP Leandro Naroli,
sempre presenti negli anni per assistere alle prove clou 
del Trofeo. Per quanto riguarda le più importanti
premiazioni individuali il Trofeo Vitamine&Co., 
destinato alla vincitrice della combinata della categoria 
senior femminile va a Marta Bonadonna (Pattinatori 
Spinea), mentre il 12° Memorial Samo Fabio, destinato 
al vincitore della combinata della categoria senior 
maschile va a Mirco Mezzalira (Azzurra Pattinaggio 
Corsa). Per quanto riguarda i club si aggiudica il 
40°Trofeo Internazionale del Lavoro la Pattinatori 

Spinea, al secondo posto e vincitrice del 23° Memorial 
Giorgio Burani la Mens Sana di Siena e al 3° posto sale 
il Gruppo Cosmo di Noale.
Grande la soddisfazione del presidente della asd 
aps Nuova Accademika Daniele Barillari in 
considerazione che il suo sodalizio, dopo aver 
coorganizzato per anni la manifestazione, da 
quest’anno è diventato l’organizzatore principale, 
impegnandosi nella realizzazione di una 
manifestazione sempre molto dura da organizzare 
vista la location che comporta il bisogno di portare le 
necessarie strutture, particolarmente difficile in questi 
anni di Crisi, missione sicuramente impossibile senza la 
presenza partner di rilievo come EmilBanca, Sportitalia, Caffè Krifi e il sostegno dell’amministrazione 
Comunale.
Soddisfatto anche il team manager Mirko Rimessi, che ha evidenziato come il livello agonistico della 
manifestazione rimanga immutato negli anni e come l’unione tra parte promozionale e competitiva, 
nonché la realizzazione di gare di facile comprensione da parte del pubblico e gradite agli atleti, 
garantiscano sempre una folta presenza in Piazza Ariostea.