Scherma. La ferrarese Accademia Bernardi, tra podi e allori

 Si sono concluse con grandi soddisfazioni le ultime prove di spada degli atleti dell'Accademia

Bernardi, svoltesi a Bologna il 19 e 20 gennaio: il bilancio complessivo, considerate tutte le
categorie, è infatti di 4 podi, e 5 qualificazioni ai Nazionali Assoluti.
In programma nel weekend la gara interregionale under 14 e quella assoluta di qualificazione ai
Nazionali con 20 e 12 pass disponibili rispettivamente nella gara maschile e femminile, per un
totale di 190 assoluti ed oltre 300 under 14.
In ordine cronologico, sabato 19 apre come di consueto la gara dei Ragazzi/Allievi e il nostro
giovane Francesco Battaglini supera bene i gironi per poi fermarsi alla seconda diretta.
Contemporaneamente, fa la sua prima presenza in pedana per una gara ufficiale la “piccola” Elisa
Simoni per la categoria Bambine dimostrando di avere un ottimo carattere e grande fermezza, senza
lasciarsi sfiorare dall'emozione. Anche lei si fermerà alla seconda diretta e ne uscirà col sorriso.
Negli Assoluti femminile l’Accademia Bernardi è presente con un discreto numero: Matilde
Baruffaldi, Micòl Malaguti, Maria Elena Mei, Claudia Vecchio, Arianna Melloni e Chiara Plazzi.
Fra tutte spicca certamente quest'ultima che, grazie ad un ottimo 10° posto guadagna la qualifica per
la gara Nazionale femminile.
E' la volta poi dei quattro moschettieri Marco Malaguti, Niccolò Graziani, Diego Cutrì e Iago
Pieroni, categoria Giovanissimi, rispettivamente terzo, sesto, sedicesimo e diciasettesimo: per loro
una gara densa di tensioni e sconvolgimenti emotivi.
Nella giornata seguente, si assiste innanzitutto alla gara dei Bambini ed anche qui c'è una “prima
volta” che si spera possa fungere da esempio ai più grandi: si tratta di Giorgio Carrà, un promettente
ragazzino che esce alla seconda diretta ma rimane positivo e sorridente ad assistere e tifare sino alla
fine per il suo compagno Giovanni Pigò che conquisterà potentemente il terzo posto del podio.
Il loro maestro Federico Meriggi oggi li segue a fatica: anche lui è impegnato nella gara per la
qualificazione ai Nazionali Assoluti. Non è certo semplice riuscire a concentrarsi, tirare, vincere,
tifare e consigliare i giovani atleti... ma ci riuscirà, grazie anche alla collaborazione del saggio
maestro Roberto Di Matteo, anche lui comunque impegnato nella qualificazione. Meriggi ad
un certo punto, sapendo di essere entrato nei sedici e ottenuto quindi la qualificazione, lascerà
volutamente e visibilmente il passo all'avversario, per poi scusarsi: tra l'andare sul podio da atleta
e l'accompagnare sul podio i propri giovani allievi, sceglie la seconda opzione e si scusa pure con
l'avversario per non avergli reso onore!
Il maestro viene ben ripagato: nella gara maschile assoluti, con oltre 130 partecipanti, la Bernardi
è presente con una quindicina di atleti. Marco Schiavina si classificherà decimo, Demetrio Villani
diciannovesimo e Samuele Croce diciottesimo. L'Accademia Bernardi quindi porta ben 4 atleti (su
20 posti disponibili) alla gara Nazionale di La Spezia con grande gioia e orgoglio.
Chiude la giornata e l'intenso week end la parte giovane e femminile del vivaio ferrarese: nella
categoria Giovanissime Emilia Rossatti e Marta Lombardi conquistano la finale, a questo punto
tutta ferrarese. La spunterà Emilia Rossatti, n.1 del Ranking nazionale, grazie soprattutto alla
maggiore esperienza: agguerritissime e tenaci fino alla fine queste due Giovanissime estensi
sembrano una promessa non solo per l’accademia Bernardi ma per il futuro della scherma Emiliano
Romagnola. Infine nella difficile e numerosa categoria Ragazze/Allieve, Gaia Milesi si classifica
diciottesima mantenendo la buona alta posizione a livello nazionale.
Nella stessa giornata di Domenica poi, a Pavia, si svolge la qualificazione per gli assoluti in cui
è impegnato l’altro ferrarese Riccardo Schiavina (oggi Centro Sportivo Olimpico Esercito). Gara
di livello elevato sia sotto il profilo tecnico che numerico (oltre 180 gli iscritti): 30 i pass per la
qualificazione nazionale. Riccardo, con decisione e fermezza vincerà la gara senza mai concedere
oltre 12 stoccate agli avversari in ogni assalto.
I maestri Meriggi e Di Matteo sono soddisfatti; la dirigenza, commenta soddisfatta: “ la scuola
ferrarese continua a dimostrarsi vincente fin dalla giovane età! “

Tags