Società: Nobel per la chimica 2010 a Richard Heck e Ei-ichi Negishi e Akira Suzuki

Richard Heck, americano e  Ei-ichi Negishi e Akira Suzuki, entrambi giapponesi,  sono stati insigniti dell'onorificienza del Nobel sulla chimica,  tutti premiati per il lavoro compiuto sulla sintesi organica, secondo quanto comunicato dall'accademia reale delle scienze di Stoccolma.

In particolare lo statunitense Richard Heck, 79 anni, Ei-ichi Negishi, 75 anni, della statunitense Purdue University, e il giapponese Akira Suzuki, 70 anni, dell'università di Kokkaido, hanno legato i loro nomi a reazioni chimiche molto complesse e che oggi sono largamente utilizzate nell'industria, da quella farmaceutica all'elettronica.

Le reazioni chimiche premiate oggi hanno in comune il fatto che riescono a "modellare" un materiale fondamentale come il carbonio utilizzando il palladio. Grazie ad esse è possibile ottenere materiali complessi, confrontabili a quelli inventati dalla natura. Per questa ragione le scoperte dei tre Nobel premiati oggi sono state fondamentali per costruire materiali oggi utilizzati nella vita di tutti i giorni, come la plastica, o farmaci come antinfiammatori o antitumorali. L'americano Richard F. Heck, ora in pensione, ha insegnato fino al 1989 nel dipartimento di Chimica dell'università del Delaware. Ei-ichi Negishi, della Purdue University, e Akira Suzuki, che ha trascorso un periodo negli Stati Uniti, nella Purdue University per tornare in Giappone, dove ha lavorato nelle università di Hokkaido fino alla pensione, nel 1994. Tutti e tre, lavorando in modo indipendente, hanno scoperto reazioni considerate tra gli strumenti più sofisticati che oggi la chimica abbia a disposizione.

(fonte Afp e Ansa 06 ott. 2010) 


Tags

NOTIZIE