Utilizzando questo sito si accetta l'uso dei cookies per scopi statistici. Maggiori info su
Banner
Text Size
Banner

SICUREZZA URBANA - Presentate due ordinanze estive dal sindaco Tagliani e ass. Modonesi

 Ordinanze comunali estive: azioni di controllo e prevenzione per una città più sicura

Sono stati illustrati ai giornalisti questa mattina, giovedì 25 giugno nella residenza municipale, i contenuti di due ordinanze in materia di sicurezza urbana, che saranno in vigore nel territorio comunale durante il periodo estivo, dal 29 giugno al 30 settembre 2015. In dettaglio le ordinanze firmate dal sindaco Tiziano Tagliani riguardano una il consumo e la vendita di alcol, l'altra la prevenzione dei pericoli legati all'esercizio della prostituzione sulla pubblica via.

All'incontro sono intervenuti il sindaco Tiziano Tagliani, l'assessore comunale Aldo Modonesi, la comandante della Polizia Municipale Laura Trentini e la dirigente del Servizio Commercio Evelina Benvenuti. Hanno condiviso il percorso di elaborazione e i contenuti delle ordinanze gli assessori comunali Roberto Serra e Chiara Sapigni, assenti per impegni improrogabili.   

"Stiamo cercando, utilizzando gli strumenti che la legge ci consente - ha affermato il sindaco Tagliani - di prevenire e contrastare fenomeni di degenerazione urbana".

"Con queste due ordinanze - ha aggiunto l'assessore Modonesi - concretizziamo azioni già previste nel 'Patto per Ferrara sicura', recentemente rinnovato con la Prefettura. Si tratta di azioni di prevenzione e controllo del territorio che avevamo già intrapreso in speciofici feriodi degli anni scorsi e che, con le necessarie elaborazioni, rimettiamo in campo"      

LE DUE ORDINANZE SONO SCARICABILI INTEGRALMENTE nei link in fondo alla pagina 

(testo estratto delle ordinanze)

> Ordinanza contingibile e urgente per prevenire e contrastare comportamenti connessi all'esercizio della prostituzione sulla pubblica via.

(...) il Sindaco, quale Ufficiale del Governo, adotta, secondo quanto previsto dall'art. 54, 4° comma, del decreto legislativo 18 agosto 2000 n. 267 "con atto motivato provvedimenti contingibili e urgenti nel rispetto dei principi generali dell'ordinamento, al fine di prevenire e di eliminare gravi pericoli che minacciano l'incolumità pubblica e la sicurezza urbana" (...) 

VISTI (...) l'art. 650 del Codice Penale, rubricato "Inosservanza dei provvedimenti dell'Autorità", per effetto del quale è punito con l'arresto fino a tre mesi o con l'ammenda fino a euro 206,00, chiunque non osserva un provvedimento legalmente dato dall'Autorità per ragione di giustizia o di sicurezza pubblica, d'ordine pubblico o d'igiene; (...)

ORDINA a decorrere dal 29 giugno 2015 e fino al 30 settembre 2015, per esigenze di sicurezza urbana finalizzate alla prevenzione di episodi di grave intolleranza nelle pubbliche strade di via San Giacomo, Piazzale della Castellina, Piazzale Stazione, Viale Costituzione, via Felisati, via Battisti, via Nazario Sauro, Piazzetta E. Toti, via Ticchioni (da corso Piave a via Battisti), Piazzetta Rizzieri, via Piave (tratto compreso tra via san Giacomo e via Fortezza), nonché su tutte le aree soggette a pubblico passaggio afferenti alla anzidette strade e piazze,

è fatto divieto a chiunque:

1 di colloquiare con i soggetti che pongono in essere i comportamenti diretti in modo non equivoco ad offrire prestazioni sessuali a pagamento, consistenti in atteggiamento e in abbigliamento indecoroso o indecente in relazione al luogo, ovvero nel mostrare nudità, ingenerando la convinzione di esercitare la prostituzione, o di concordare con gli stessi l'acquisizione di prestazioni sessuali a pagamento. La presente ordinanza si intende altresì già violata qualora si fermi il veicolo per consentire che salga sul medesimo la persona dedita al meretricio; 

2 di eseguire, alla guida di veicoli, manovre pericolose o di intralcio alla circolazione stradale al fine di porre in essere i comportamenti descritti al punto 1); ai conducenti verrà applicata anche la sanzione conseguente all'eventuale violazione del Codice della Strada. 

Sono eccettuati dal divieto:

  1. coloro che svolgono comprovata attività di tutela della salute degli stessi soggetti;

  2. gli appartenenti alle Forze di Polizia e alla Polizia Locale comandati nei servizi d'istituto per l'osservanza del presente provvedimento;

 (...) 

--------------------------------------  

>> Ordinanza contingibile e urgente Ex Art. 54 T.U.E.L. in materia di Sicurezza Urbana per contrastare l'abuso di alcol nel territorio comunale entro Mura e nella zona denominata G.A.D. e aree limitrofe alla Stazione.

Limitazione al consumo in strada e alla vendita, da parte degli esercizi di vicinato, artigianali e distributori automatici di bevande alcoliche. 

(...) PREMESSO:

- che la zona denominata G.A.D. (composta dal territorio delle ex circoscrizioni Giardino, Arianuova, Doro) è spesso al centro di richieste di intervento da parte dei residenti, ai vari organi di polizia e dell'Amministrazione comunale, per problemi di ordine pubblico, (risse, spaccio, ubriachezza molesta, rumori e schiamazzi) prevalentemente causati dall'abuso di alcol; 

- che, essendo tale area piuttosto estesa e facilmente collegata al centro storico della città ed essendo il centro storico di Ferrara esteso a tutta l'area interna alla cinta muraria, i fenomeni di degrado si espandono facilmente, in tutta la città; 

- che già in altre occasioni e da ultimo per il periodo delle festività invernali - dal 24.12.2014 al 31.1.2015 - con ordinanza contingibile ed urgente si è provveduto a vietare il consumo in strada di bevande alcoliche nelle zone limitrofe alla stazione ferroviaria e zona GAD; 

- che l'avvicinarsi del periodo estivo potrebbe favorire ulteriormente il consumo di alcolici in strada ; 

OR D I N A dal 29 giugno 2015 al 30 settembre 2015 dalle 22,00 alle 06,00 del giorno successivo

1 - E' vietato il consumo di bevande alcoliche nelle strade, piazze, giardini, parchi, aree pubbliche o aperte al pubblico transito e loro adiacenze, comprese nel seguente ambito territoriale: 

tutte le vie comprese nel seguente perimetro: Piazzale Stazione, Via Felisatti, Viale Po, Barriere Cavour, Via Ortigara, Via Poledrelli fino all'incrocio con Corso Vittorio Veneto, Corso Vittorio Veneto, Via Cassoli fino all'incrocio con Via Fiume, Via Fiume, Via Gorizia, Via Agnelli, Viale IV Novembre, Corso Piave, Via San Giacomo dall'incrocio con Corso Piave a Piazzale Stazione

e inoltre, Via Oroboni, Via Guidoboni, Via Tranchellini, Via Morata, Via Aguiari, Via Angelini, Via Bianchi, Via Porta Catena fino a Via Bianchi e via Mura di Porta Po compresa la traversa Via Graldi.

Sono escluse le aree concesse ai Pubblici Esercizi come "distesa tavoli".

2 - E' vietato vendere bevande alcoliche di qualsiasi gradazione ed in qualsiasi contenitore da parte ditutti gliesercizi di vicinato del settore alimentare e misto , dei laboratori artigianali del settore alimentare e dei distributori automatici ubicati nel suddetto ambito territoriale e nel territorio entro le Mura.

3 - per quanto riguarda i c.d. "piadinari" (titolari di licenza di commercio alimentare ambulante e/o somministrazione) dislocati nelle zone interessate dalla presente ordinanza, il divieto riguarda la vendita per asporto degli alcolici e non il consumo sul posto nelle aree attrezzate e autorizzate per la somministrazione.

4 - il divieto non si applica in occasione del servizio a domicilio del cliente. 

5 - Sono fatte salve eventuali deroghe 

(...)

 Allegati scaricabili:


NOTIZIE