Utilizzando questo sito si accetta l'uso dei cookies per scopi statistici. Maggiori info su
Banner
Text Size
Banner

Sabato 26 aprile la Randonnée in bici Bolzano-Ferrara Oltre 300 km di pura passione per il turismo su due ruote

 Da Bolzano a Ferrara in bicicletta. Oltre 300 km in una sola giornata, dalle Alpi alla pianura Padana, per il puro piacere di viaggiare su due ruote attraverso paesaggi e località di grande fascino. L'appuntamento è per sabato 26 aprile, per una nuova edizione della 'Randonnée del donatore' organizzata da Witoor Sport in collaborazione, tra gli altri, con Provincia e Comune di Ferrara e il sostegno di Avis. "Non si tratta di una manifestazione competitiva - ha precisato stamani in conferenza stampa Simone Dovigo di Witoor - ma di un percorso cicloturistico rivolto ad appassionati delle due ruote pronti a mettersi alla prova su una distanza certamente impegnativa, ma non impossibile. Con la Randonnée - ha proseguito Dovigo - intendiamo supportare le istituzioni locali nel promuovere l'itinerario di collegamento cicloturistico tra le due città di Bolzano e Ferrara, che rappresenta uno tra i più suggestivi nel panorama italiano".

Al momento sono già oltre cento gli iscritti da diverse città italiane, ma le registrazioni resteranno aperte fino al momento della partenza, sabato mattina, alle 5,30 da Bolzano. Lungo il tracciato i partecipanti incontreranno tre punti di ristoro: a Trento, Peschiera e Mantova, tutti gestiti dalle Avis locali, così come l'ultimo a Ferrara, in piazza Castello, dove i primi arrivi sono attesi a partire dalle 18.
"Siamo lieti di offrire il nostro supporto a questa manifestazione - ha dichiarato il presidente Avis Provinciale di Ferrara Florio Ghinelli - a conferma della vicinanza di Avis al mondo dello sport e degli sportivi, per la diffusione dei principi della solidarietà e dell'adozione di stili di vita sani". E a ulteriore dimostrazione di questa vicinanza, l'atleta ferrarese Coni testimonial di Avis Mirko Rimessi tenterà l'impresa di partecipare alla Randonnée percorrendo gli oltre 300 km sui pattini.
Un ringraziamento agli organizzatori e collaboratori della manifestazione è stato espresso anche dall'assessore allo Sport del Comune di Ferrara.

 La storica Randonnée arriva a Ferrara
Passerà per la seconda volta a Ferrara una tappa del calendario delle Randonnée italiane, manifestazioni di cicloturismo non competitivo ricche di fascino e tradizione, che vedrà al via sabato 26 aprile oltre 100 iscritti in partenza da Bolzano. L'evento, organizzato da Witoor Sport in collaborazione con Provincia e Comune di Ferrara, unisce la passione per la bicicletta ad un modo armonico di attraversare il paesaggio: un'occasione per promuovere il territorio in modo attivo e coinvolgente, grazie a un tracciato che si snoda dalle Alpi al Delta del Po.
La Randonneè del Donatore Bolzano-Ferrara si inserisce nell'iniziativa di promozione di questo percorso, che Provincia di Ferrara ed Azienda di Soggiorno di Bolzano stanno portando avanti da diversi anni. L'itinerario prevede il passaggio in quattro regioni: Trentino Alto-Adige, Veneto, Lombardia ed Emilia-Romagna. La partenza alle 5:30 in centro a Bolzano, con arrivo a Ferrara alla sera dopo 314 km che attraverseranno scenari differenti: dalla conca di Bolzano, tra vigneti e boschi dell'Alto Adige, si scenderà verso Trento e i borghi medievali della valle dell'Adige, raggiungendo la costa veneta del Lago di Garda. Seguendo il Mincio si arriverà a Mantova, fino a imboccare la ciclabile Destra Po e giungere infine a Ferrara.
La Randonnée (letteralmente "passeggiata di lunga percorrenza") è nata in Italia nel 1897, ma si è radicata in Francia nel secolo scorso, sviluppando un sistema di brevetti che ne regolamentano lo svolgimento. Dal 1993 è tornata in Italia e oggi il calendario nazionale, gestito da Audax Italia, prevede una ricca serie di appuntamenti. Le randonnée non sono gare competitive, ma aggregazioni spontanee fra i ciclisti che si dimenticano del cronometro e affrontano lunghi percorsi animati soltanto da un genuino spirito sportivo: si festeggiano allo stesso modo tutti coloro che ce la faranno a coprire la lunga distanza, con la propria andatura.
La prima edizione fu accompagnata da un tempo da lupi, ma grazie all'organizzazione capillare lungo il percorso completarono il tracciato quasi la metà dei partecipanti. La caratteristica della Bolzano-Ferrara infatti consiste nel preparare punti ristoro in collaborazione con i volontari Avis che offrono prodotti tipici (strudel a Trento e riso alla pilota e Lambrusco a Mantova), fino al ristoro a Ferrara. L'attenzione verso i partecipanti quest'anno si rafforza, grazie a un pullman che da Ferrara porterà gli atleti emiliano-romagnoli a Bolzano il giorno prima. I partecipanti della zona di Bolzano invece saranno riaccompagnati con un altro pullman domenica mattina. 
L'evento è organizzato da Witoor Sport in collaborazione con AVIS Comunale Trento, AVIS Provinciale Mantova, AVIS Provinciale Ferrara, TMP Bike, Azienda di Soggiorno di Bolzano, Comune di Bolzano, Comune di Verona, Comune di Peschiera del Garda - Città Virtuosa - Città Turistica e d'Arte, Provincia di Ferrara, Comune di Ferrara. Lungo il percorso saranno allestiti punti ristoro e di controllo del passaggio degli atleti (necessari per ottenere il brevetto finale). Il ristoro finale a Ferrara sarà curato da Avis. All'arrivo, verrà premiata la squadra più numerosa e saranno consegnati i certificati di completamento della Randonneé. L'appuntamento avrà anche una ricaduta turistica su Bolzano e Ferrara: gli oltre 100 iscritti pernotteranno nelle due città nel corso del fine settimana.


NOTIZIE