Utilizzando questo sito si accetta l'uso dei cookies per scopi statistici. Maggiori info su
Banner
Text Size
Banner

Ferrara'sSecretsContest Quest numero 2, soluzione.

 Chiesa di San Giuliano

Questa piccola chiesetta si trova nei pressi del castello estense, ed è possibile vederla abbastanza isolata uscendo da uno dei suoi portoni. In questa chiesa si svolgevano incontri e ritualità legate alle iniziazioni dell’Ordine templare. La presenza dei templari a Ferrara è ulteriormente documentata in varie lettere di diversi papi nel corso degli anni. Ma un documento prova anche il fatto che la città stessa li avrebbe difesi quando furono perseguitati.  

Infatti durante un processo ad Argenta, Rinaldo, inquisitore apostolico, arcivescovo di Ravenna nel 1311, difese i Templari ritenendoli innocenti perché su di loro non aveva alcun “pregiudizio”. Dunque sarebbe stata inutile una eventuale tortura e li assolse.  

Di certo c'è che la piccola chiesa di San Giuliano, di fianco al castello, sorse nel 1400, cioè 200 anni dopo la distruzione da parte del re di Francia Filippo il Bello con la complicità del Papa. Essa testimonia dell'ammirazione che a Ferrara si aveva di un ordine religioso che manifestava l'importanza di tenere insieme spirito e materia (morale e affari si direbbe oggi), coniugando l'impegno religioso (voti,...) e quello nel mondo. Un'intuizione che già era stata di San Benedetto, che introdusse la regola di "Ora, lege et labora", dove importante era quel et. I templari attualizzarono quel pensiero 700 anni dopo San Benedetto, coniugando lo spirito con la materia, messaggio oltremodo attuale (e scomodo sia per chi crede alla dimensione spirituale sia per chi non ci crede e quindi così poco praticato). Ferrara, libera dalla servitù dello stato pontificio, dava spazio ai commerci degli Ebrei, era aperta alle conoscenze astrologiche degli Egizi, attraendo così illustri studenti come Paracelso e Copernico. "Onorava" così forse anche i templari con la costruzione della chiesetta di San Giuliano. L'immagine sopra il portale racconta di come Giuliano tornando dalle crociate in Spagna trovò nel suo letto una donna e un uomo, che pensava fossero la moglie e un amante: preso dalla gelosia li uccise, scoprendo poi che erano sua madre e suo padre e, così, finì i suoi anni in convento. – 

Fonte - http://cronacacomune.fe.it/notizie/9596/i-templari-di-san-giuliano.html


Arte Cultura e Spettacolo