Utilizzando questo sito si accetta l'uso dei cookies per scopi statistici. Maggiori info su
Banner
Text Size
Banner

Intervista... all'intervistatore de laweb.tv Enrico Ferranti

 Intervista... all'intervistatore de laweb.tv Enrico Ferranti


Arianna - Intervisti, intervisti, intervisti... alla fine intervistano anche te!
Chi é l' intervistatore de laweb.tv? Cosa fai nella vita?

Enrico - Son ferrarese d' hoc, ho 36 anni e da svariato tempo lavoro in un centro disabili che é a tutti gli effetti il mio lavoro, che mi appassiona molto, mi piace, mi prende, mi soddisfa e in cui cerco di dare tutto il mio impegno e passione possibili.
Oltre a questo, da alcuni mesi ho intrapreso, ho iniziato un po' per caso, un po' per... come posso dire...

(Enrico si sofferma, dicendo che é emozionato, perché di solito é lui che sta dall' altra parte del "microfono". Tutto normale direi, e si procede ritornando al discorso interrotto.)

... ho iniziato un po' per caso e grazie alla pazienza di Daniela, a fare le interviste e collaborare con laweb.tv: inizialmente un po' per una sfida personale, senza pretese, perchè avendo contatti con il basket femminile, il mio intento era quello di poter far conoscere e dare maggior rilievo a questo sport che in città é molto meno seguito rispetto a quello maschile.
 
In accordo con il vicepresidente della squadra e la complicità di Daniela, é iniziata questa serie di interviste settimanali alle varie giocatrici della squadra. Parentesi, le prime due di questa serie son state le mie prime interviste in assoluto, partito subito col botto intervistando il capitano della squadra e l' allenatore: quindi subito la prova del fuoco.

Arianna - L' ultima in ordine cronologico quella del vice coach Martina Schiavina, giusto?

Enrico - Sì esatto. L' idea era partita per promuovere il basket femminile e poi si é espansa, allargando il mio ambito. Riguardo le interviste, sono passato a fare domande a scrittori di libri, allargando il campo anche cantanti, hobbysti per poi passare ad altri temi, come le ricette di cucina, curiosità su Ferrara spaziando un po' in vari settori e anche ad altri sporti: mi viene in mente il mister della Spal, Duran il pugile, Enrico Testa Caporedattore redazione calcio Rai Sport. 

Arianna - Facciamo un passo indietro, vuoi raccontare come é iniziata la tua esperienza ne laweb.tv?

Enrico - Ho conosciuto Daniela su Facebook, una domenica pomeriggio poco prima di andare alla Spal. Parlammo parecchio quel pomeriggio, attraverso il social, tanto che guardai poco la partita. Le chiesi anche se lavorava per una tv e lei precisò che si trattava di una web tv dove si potevano pubblicare anche articoli scritti.
Qualche giorno dopo presi coraggio e le chiesi se potevo propormi per provare, con la promessa che se avesse visto che non erano adatti, di stracciare il tutto... Disse di provare, chiedendomi l'argomento e scelsi il basket femminile. Quindi mi incoraggiò a provare, nel caso me la fossi sentita... ed eccomi qua. 
 

Arianna - Perché ti piace fare interviste?

Enrico - Perché credo che comunque sia importante dare rilievo e voce un po' a tante realtà che magari vengono seguite meno per quanto certi personaggi siano di rilievo. Mi viene in mente Duran: é una persona che ha avuto una carriera sportiva illuminante però magari il pugilato non viene seguito o non viene preso in risalto nella giusta maniera, o di nuovo il basket femminile che viene seguito poco, oppure quel mio amico... è presidente di una associazione che promuove il "Nordic walking", che sarebbe la "camminata nordica", ma è ancora poco conosciuto... C' é proprio la mia volontà e piacere nel dar voce a realtà poco ascoltate dai grandi media.

Arianna - Invece i valori importanti nella vita quali sono secondo te?

Enrico - Il valore più importante per me é il rispetto: deve venire prima di tutto. Nel senso che comunque una persona può esprimere su di me qualsiasi opinione purché ci sia il rispetto.

Credo molto nell' amicizia, credo molto nel "volersi bene", mi son sempre reputato anche un pacifista.
 

Arianna - Qui si possono racchiudere le tue doti. Invece una piccola lista di difetti? Se li vuoi dire...

Enrico - Sono pigro, fisicamente pigro, anche se da qualche tempo sono leggermente migliorato. Poi sono permaloso, sono testardo, perché quando mi impunto su usa cosa, anche solo su poche cose, devo arrivare a farle. Poi sono troppo buono, che é vero... e lo considero un difetto.
 

Arianna - Progetti per l' immediato futuro: cosa ti auguri?

Enrico - Dal futuro mi auguro innanzitutto la salute, perchè in questi ultimi anni ho avuto la fortuna di capire quanto sia importante.

E poi mi aspetto di poter migliorare nel lavoro, di poter avere più opportunità, di poter spaziare, poter crescere a livello professionale, e umano. E sicuramente la voglia e la volontà di continuare a dar voce, attraverso la scrittura, a queste realtà che vengono reputate meno degne di attenzione.

La prima cosa é che voglio davvero ringraziare laweb.tv e Daniela, colei che si occupa di tutto e che così pazientemente mi sopporta, e tutto il team di laweb.tv che mi da la possibilità di fare questa esperienza molto bella. In secondo luogo mi reputo molto fortunato considerato che fino a questo momento, attraverso le interviste cominciate ad ottobre, ho avuto la fortuna di conoscere persone davvero interessanti.
 
Tra queste mi piace citare Arianna Fornasari, che ora mi sta intervistando (e Arianna ringrazia) perché attraverso di lei ho riscoperto e approfondito l' arte, che secondo me é la massima espresssione di un popolo oltre a conoscere ovviamente la sua disponibiltà e la sua "saggezza" nonostante (e ci si ride sopra assieme) "la sua giovane età". Si, direi che é stata una grande fortuna.
 
 

NOTIZIE