Utilizzando questo sito si accetta l'uso dei cookies per scopi statistici. Maggiori info su
Banner
Text Size
Banner

Intervista a Stefano Ossicini, fisico, su 'I Pinocchi della scienza'

 

 

 

 

Intervista a Stefano Ossicini, fisico, su 'I Pinocchi della scienza'

Una serata dedicata ai Pinocchi della Scienza, quella venerdì 7 marzo per il quarto Appuntamento de “I Venerdì dell’Universo” con Stefano Ossicini, ordinario di fisica sperimentale dell´Università di Modena e Reggio Emilia che ha parlato di diverse vicende di frodi, errori, casualità, interessi nella ricerca scientifica degli ultimi cento anni, tutte storie narrate nel suo libro L’Universo è fatto di storie non solo di atomi, Neri Pozza, 2012.  Il volume è stato presentato sabato 8 marzo presso la libreria "IBS.it" di Ferrara nell’ambito di “Unife in libreria”, nuova iniziativa dell'Ufficio Comunicazione ed Eventi rivolta  a tutta la comunità universitaria e non solo.  

Come anticipa Ossicini “Il  successo  e  la  credibilità  della  scienza  sono ancorate alla buona volontà dello scienziato di esporre le proprie idee e i propri risultati alla verifica indipendente e alla replica degli altri scienziati - il che richiede un completo e aperto scambio di dati, di procedure e di materiali - e di abbandonare o modificare le conclusioni accettate dopo un confronto con evidenze sperimentali più complete e affidabili. L'aderenza a questi principi fornisce un meccanismo per l'autocorrezione che è il fondamento della credibilità della scienza. Non sembra esserci spazio per illusioni, feroci controversie, manipolazioni. Ma questo meccanismo funziona ancora al meglio? Avvenimenti recenti mostrano che notevoli crepe si stanno aprendo”.

”Anche se ogni episodio si può leggere come un racconto indipendente – conclude Ossicini - è  dal confronto tra vecchie e nuove storie che si può affrontare il problema del rapporto tra gli errori, le frodi e la struttura stessa della ricerca scientifica”.

 

 

 

 


Scienza Natura Storia e Salute