Utilizzando questo sito si accetta l'uso dei cookies per scopi statistici. Maggiori info su
Banner
Text Size
Banner

Curiosità "ferraresi": la "Scuola pittorica ferrarese"

 Dalla metà del 1400 si era creata a Ferrara la "Scuola pittorica ferrarese", che vide tra i suoi fondatori C. Tura, F. Del Cossa ed E.Roberti.

Continuò anche nel secolo successivo dando vita ai più bei nomi a noi conosciuti: Dossi, due fratelli, Girolamo da Carpi, Camillo e Sabastiano (Bastianino) e Cesare Filippi.

Invano il Duca Alfonso Primo aveva cercato di attirare a corte personaggi come Michelangelo, Leonardo da Vinci e Raffaello. Fu più fortunato invece col Tiziano, che dette a Ferrara, in tempi successivi diverse sue opere: i Baccanali (ora nel Prado e nella National Gallery, il "Cristo della moneta" (ora a Dresda) e due ritratti di Alfonso Primo, andati perduti suoi.

Michelangelo tuttavia fu più volte di passaggio a Ferrara, ma solo una volta vi giunse appositamente.

Fu nel 1529, quando Alfonso Primo lo interpello per pensare al modo di fortificare ulteriormente la cinta muraria della città, allora considerata la più bella piazzaforte per merito delle sue artiglierie.

 

tratta da "Il Castello Estense" Edizioni G.V.


Scienza Natura Storia e Salute