Utilizzando questo sito si accetta l'uso dei cookies per scopi statistici. Maggiori info su
Banner
Text Size
Banner

Recupero architettonico: Castelfalfi, il caso italiano

 

L'Italia, nonostante stia vivendo un periodo economico-finanziario poco felice, vede ogni tanto qualche spiraglio di luce grazie ad alcuni investimenti provenienti dall'estero.

È questo il caso del borgo di Castelfalfi, in provincia di Firenze: si tratta di un piccolo centro urbano che è rimasto in stato di abbandono per molto tempo, ma acquistato da un colosso del turismo tedesco nel 2007. Tui, questo il nome del gruppo che ha mosso l'investimento, ha deciso di puntare tutte le proprie forze nella rivalutazione di una zona geografica di magnifico splendore e che oggi è oggetto di un intervento di recupero importantissimo.

Quasi tutti gli edifici sono stati semplicemente ristrutturati, solamente lo 0,003% costituisce nuova costruzione, in modo da rendere questo fantastico luogo identico ai tempi in cui sorse.


Il Toscana Resort Castelfalfi, questo il nome del centro di attrazione turistica, è un villaggio all'insegna dell'internazionalità in grado di fornire ricettività di altissimo livello.

I paesaggi mozzafiato delle colline fiorentine sono una certezza, senza considerare le specialità enogastronomiche offerte da queste terre. Proprio a questo proposito è necessario nominare la tenuta di Castelfalfi, di ben 1.100 ettari di terreno, dove vengono prodotti alcuni fra i migliori vini della zona. Si possono quindi menzionare il Chianti DOCG, il Poggionero IGT oppure il Rosso Toscano IGT, rigorosamente provenienti dalle uve nate nella terra circostante il Resort.

Le possibilità di godere delle specialità del luogo però non terminano qui. É stato creato anche un ristorante, la Tabaccaia, ricavato da un'antica manifattura tabacchi.

Le caratteristiche architettoniche sono rimaste invariate, conservando quel sapore antico di una volta, anche se gli arredi sono stati rimodernati in modo da accogliere più facilmente l'utenza straniera.

Poi c'è il Castello medievale, una struttura che domina letteralmente tutta la vallata e che ospita al proprio interno un ristorante di alto livello, unendo così la bellezza architettonica del luogo alla classe delle specialità offerte.

Oltre ai servizi di carattere turistico Castelfalfi propone soluzioni immobiliari di prestigio con ville e rustici in vendita. Ben 41 sono gli appartamenti all'interno del borgo, tutti di metrature differenti e con soluzioni interne diversificate.

Non finisce qui però: all'intero della tenuta si trovano molti casali, l'abitazione tipica della campagna toscana. Si tratta oggi di abitazioni di grande pregio in vendita e in affitto, a seconda delle esigenze e dei gusti dell'utenza. Sono infatti stati ricavati alloggi “niente male”, i quali si aggirano su dimensioni che vanno dai 300 metri quadri fino a 1.400 metri quadri, con circa 3 o 4 mila metri quadri di terreno circostante.

Le ville che sorgono invece nei pressi del nuovissimo campo da golf sono di circa 200/300 metri quadri, già in parte vendute a clienti stranieri.

L'acquisizione di Castelfalfi da parte di TUI rappresenta oggi un passo molto importante per quanto concerne la rinascita di un borgo medievale che era stato abbandonato completamente per decenni.

L'estrema accuratezza con cui gli edifici sono stati ristrutturati rende onore al passato, strizzando l'occhio però anche all'andamento dell'economia e alla diffusione della qualità toscana.



NOTIZIE