Utilizzando questo sito si accetta l'uso dei cookies per scopi statistici. Maggiori info su
Banner
Text Size
Banner

Le poesie di Laura: Ti Scrivo

 Ti sento. Sei sempre lì. Hai cambiato forma ma non ti sei deformato. Hai gli occhi lucidi ma non stai piangendo.

Ti vedo. Hai ancora quella sigaretta e ne sento persino l'odore. Come un' eco lontana e intramontabile.

Ti osservo. Come facevo quando la tua mano la riempivo con la mia. Piccola e indifesa. E sorridevo anche se era gennaio e pioveva.

Ti difendo. Ai colpi rispondo con i colpi e non mi arrendo e come i fiumi rompo gli argini e mi faccio strada e prima o poi vedrò il mare.

Ti sorprendo. A mani nude. A guardarmi, mentre respiro le mie giornate stanche, la sera tardi, e fisso un cielo come fosse un luogo di appuntamenti.

Ti disegno. Con la mente. Per non dimenticare ogni tuo neo. Ogni tuo contorno. Ogni tuo battito di ciglia. Ogni tuo schiudersi di labbra.

Ti pretendo. Oggi, in questa e in tutte le altre vite, con le stesse parole e con gli stessi gesti. Ad insegnarmi in silenzio cosa significa vivere.

Ti respiro. Più dell' aria e oltre le nuvole. In ogni molecola e in ogni materia. E raggi di luce, fili conduttori fra la mia aria e la tua.

Ti conservo. Non nei cassetti. Non fra le foto. Non nei vecchi filmini pieni di risate antiche. Dentro le mie vene. A scorrere e pulsare insieme al sangue.

Ti amo. Di quell' amore folle e disperato. Come quelle foglie che non vogliono staccarsi. Come quelle onde che non vogliono arginarsi. Come una figlia che vuole solo riaverti.


NOTIZIE