Utilizzando questo sito si accetta l'uso dei cookies per scopi statistici. Maggiori info su
Banner
Text Size
Banner

RELAZIONI ESTERNE Non si devono escludere misure deterrenti contro la Siria

bandiera comunita economica europea

RELAZIONI ESTERNE

Non si devono escludere misure deterrenti contro la Siria

Il Parlamento europeo, riunito in sessione plenaria a Strasburgo, ha approvato una risoluzione nella quale afferma che l'utilizzo di armi chimiche in Siria è un crimine di guerra contro l'umanità, che esige una risposta chiara, forte, mirata e unitaria, non escludendo eventuali misure deterrenti.

I deputati europei condannano fermamente l'uccisione di massa di civili con armi chimiche avvenuta il 21 agosto 2013, alla periferia di Damasco e sollecitano misure per prevenire un ulteriore utilizzo di armi chimiche in Siria o altrove.

Il Parlamento europeo chiede un forte intervento delle Nazioni Unite e invita il Consiglio di sicurezza a trovare l’unanimità necessaria per adottare una risoluzione vincolante che, se non rispettata, potrebbe essere imposta in conformità a "tutti gli strumenti previsti dalla Carta delle Nazioni Unite".

I deputati europei, infine, chiamano tutti gli Stati membri a intensificare la propria assistenza ai rifugiati siriani, esortando tutte le parti coinvolte nel conflitto ad agevolare la fornitura di assitenza e di aiuto umanitario.

 

fonte http://www.eppgroup.eu/italy/

 


NOTIZIE