Utilizzando questo sito si accetta l'uso dei cookies per scopi statistici. Maggiori info su
Text Size
Banner
Banner

Londra. Addio a Margaret Thatcher

 L’ex primo ministro inglese Margaret Thatcher è morta questa mattina a causa di un ictus. Lo ha annunciato il portavoce dell’ex premier e baronessa britannica Lord Bell. La “Iron lady” era nata nel 1925. Fu primo ministro del Regno Unito dal 1979 al 1990; è stata la prima e unica donna ad aver ricoperto la carica di Primo Ministro del Regno Unito. Era malata da tempo. «È con grande tristezza che Mark e Carol Thatcher annunciano la morte della madre, Baronessa Thatcher, che è deceduta serenamente a causa di un ictus questa mattina. Seguirà un altro comunicato», ha detto il portavoce Lord Bell.  

Margaret Thatcher era malata da tempo. Aveva interrotto le sue attività pubbliche nel 2002, dopo aver subito una serie di piccoli ictus. Poi la battaglia con la sua mente, provata da una forma di demenza senile. Fu sua figlia Carol a rivelarlo. Una sofferenza diventata poi il tema di un film del 2011, 'The Iron Lady', diretto da Phyllida Lloyd, in cui Maryl Streep ha interpretato la dolorosa trasfigurazione di Margaret Thatcher provata dalla malattia, vincendo l'Oscar.

 

LA SCALATA IN POLITICA  

Nata Margaret Hilda Benson, figlia di un onesto ma umile droghiere di campagna, la baronessa Thatcher, dimostrò un’incrollabile determinazione scalando prima il bastione maschilista del partito Conservatore e poi guidando con il pugno di ferro il Regno Unito. Da subito con il suo piglio decisionista tentò di far dimenticare il suo essere donna: con un lungo e durissimo braccio di ferro interno scontrandosi con il sindacato dei minatori di Arthur Scargill (1984-1985) e sul fronte esterno recuperando l’orgoglio nazionale della gloriosa “Britannia”, appannato, prima del suo arrivo a Downing Street, dalla tragica spedizione di Suez nel 1956, reagendo all’invasione delle Falkland ordinata dalla giunta militare argentina nel 1982. Il trionfo, a caro prezzo, della Falkland fu la spinta propulsiva su cui costruì il suo trionfo fino al tradimento interno e alla sua caduta nel 1990 per la fronda guidata da Michael Heseltine. 

(Ansa)

 


NOTIZIE