Utilizzando questo sito si accetta l'uso dei cookies per scopi statistici. Maggiori info su
Banner
Text Size
Banner

Ferrara. I Carabinieri bloccano una rissa scoppiata su un treno costretto a fermarsi a Ferrara

Non si ferma mai l’attività di controllo del territorio da parte della Compagnia Carabinieri di Ferrara


con una costante intensificazione dei servizi preventivi e repressivi. Anche nei giorni appena

trascorsi sono stati numerosi gli interventi effettuati dai militari.
 
Anche i  Carabinieri di Pontelagoscuro insieme a quelli del Nucleo Operativo e

Radiomobile e della Stazione di Baura, sono intervenuti presso la Stazione Ferroviaria

dove, poco prima, a seguito di una violenta lite scoppiata tra due extracomunitari in evidente

stato di ebbrezza, successivamente identificati in I.W.C., nigeriano del 1990 e W.P.A.,

Camerun del 1976, il capotreno del convoglio Bologna-Venezia si vedeva costretto ad

effettuare una fermata non prevista a Ferrara. I successivi accertamenti hanno consentito

di appurare che erano in possesso del permesso di soggiorno scaduto, motivo per il quale

sono stati denunciati ed invitati a regolarizzare la loro posizione.

A Ferrara, ai vari controlli, hanno preso parte un centinaio di militari complessivamente, con una

quarantina di mezzi. Centocinquanta le persone identificate e sessanta i mezzi controllati.

Nel corso di tali servizi, i militari del Nucleo Operativo e Radiomobile, su richiesta della

Centrale Operativa, sono intervenuti presso la Stazione Ferroviaria di Ferrara dove

era segnalata la presenza di una persona in stato confusionale. Giunti sul posto, i

militari, hanno così individuato ed identificato la donna in A.A., rumena del 1983, senza

fissa dimora in Italia la quale, a seguito degli accertamenti effettuati, è risultata essere

destinataria di un foglio di via obbligatorio con divieto di ritorno nel Comune estense per

anni tre, emesso a suo carico dalla locale Questura nel mese di settembre 2012. Terminati

gli accertamenti, la giovane donna è stata pertanto denunciata per inottemperanza al divieto

di cui sopra.

Sempre i militari del Nucleo Operativo e Radiomobile estense, a seguito di appositi

accertamenti, hanno denunciato per evasione J.D., serbo del 1991, poiché lo stesso,

sebbene sottoposto al regime degli arresti domiciliari, non è stato trovato in casa durante

uno dei controlli effettuati.

Gli stessi militari, nel corso di un servizio di perlustrazione, hanno denunciato per guida in

stato di ebbrezza alcolica R.S., italiana del 1988, sorpresa alla guida di una autovettura con

tasso alcolemico superiore al doppio del consentito. La patente di guida le è stata ritirata.

I militari della Stazione di San Bartolomeo in Bosco, a conclusione degli accertamenti,

hanno segnalato alla locale Prefettura T.S., italiana del 1984, che, nel corso di un servizio

finalizzato alla prevenzione e repressione dello spaccio di sostanze stupefacenti, era stata

trovata in possesso di una dose di sostanza stupefacente, risultata essere, al termine degli

esami del tipo “marijuana”.

Ancora i Carabinieri di Pontelagoscuro nel frattempo, hanno arrestato D.S.R., italiano dl 1964,

in virtù di un ordine di esecuzione per l’espiazione di una pena detentiva emesso dalla

Procura della Repubblica presso il Tribunale di Ferrara. L’uomo infatti, deve espiare la pena

di mesi 6 di reclusione per reati contro il patrimonio.


Su richiesta della centrale operativa, inoltre, sono intervenuti

presso l’esercizio commerciale “Bennet” sito all’interno del centro commerciale “Galleria

Diamantina” in quanto poco prima, personale di vigilanza, aveva sorpreso e bloccato due

donne che, dopo aver prelevato dagli scaffali prodotti per l’igiene, avevano oltrepassato

le casse senza pagare. Le stesse, prese in consegna dai militari e condotte in caserma,

sono state identificate in R.A.G. e R.A.A., entrambe rumene rispettivamente del 1989 e

del 1984. La refurtiva è stata restituita all’avente diritto mentre le due donne, a conclusione

degli accertamenti, sono state denunciate per il furto aggravato in concorso.

NOTIZIE