Utilizzando questo sito si accetta l'uso dei cookies per scopi statistici. Maggiori info su
Banner
Text Size
Banner

Bondeno. Inaugurata la palestra di Scortichino

 Un nuovo passo verso la normalità è stato compiuto, a Scortichino. Dove, dopo lunghe settimane di 

lavoro, anche la palestra parrocchiale è tornata agibile. Un paese non rimasto con le mani in mano, 
indubbiamente, visto che qui si è allestito celermente il primo campo di accoglienza, all’indomani 
del sisma, per alcune famiglie, nel campo sportivo  della Nuova Aurora. Presente ieri con i suoi 
rappresentanti all’inaugurazione, assieme alla Filarmonica G. Verdi e alle altre forze sociali, 
compresa naturalmente la parrocchia di don Roberto Antonelli. La palestra parrocchiale rappresenta 
un tassello importante per l’aggregazione e la vita sociale della frazione. Fatto rimarcato durante la
cerimonia inaugurale, alla quale hanno preso parte il sindaco di Bondeno, Alan Fabbri, gli assessori 
Francesca Poltronieri, Marco Vincenzi, ed Emanuele Cestari, il presidente del consiglio comunale, 
Cristina Coletti, con il vice Francesca Tassi; oltre al parroco, al geometra Giuliano Rosi, che ha 
seguito i lavori per contro della ditta Cesa di Città di Castello (Pg), con il tecnico comunale Maria 
Orlandini, e la collaborazione della Cr Associati di Ferrara. In piena ottemperanza alle ordinanze 
commissariali, sono stati realizzati interventi di riparazione dei danni e consistenti rafforzamenti 
strutturali in corrispondenza della copertura, oltre alla sostituzione integrale del controsoffitto, per 
una spesa complessiva poco superiore ai 60mila euro derivante da fondi commissariali. «Siamo in 
piena fase di ricostruzione – ha spiegato il sindaco, Alan Fabbri – anche se ci sono attualmente 1300 
persone ancora fuori dalle proprie case, trecento delle quali usufruiscono di contributi per autonoma 
sistemazione. Ma si sta procedendo, dopo avere dato logicamente la precedenza alle scuole: dopo 
questa palestra che andiamo a inaugurare dopo i lavori effettuati, e con l’agibilità che sarà restituita 
presto alla palestra di via Manzoni, adiacente a quella abbattuta (che verrà ricostruita nel 
contenitore sportivo Bihac) stiamo valutando il progetto che ha già avuto il via libera per lo studio 
di fattibilità, relativo alle nuove scuola antisismiche (materne ed elementari insieme) di Scortichino, 
oltreché del capoluogo. E’ in corso una riflessione sulla possibilità di realizzare le nuove scuole 
adiacenti al parco rivolto sulla provinciale, all’inizio di viale Passardi, con investimento di 1 
milione e 500mila euro, finanziato da fondi propri del Comune, assieme alle donazioni che stiamo 
ricevendo, oltre alle somme che l’assicurazione sta riconoscendo al Comune (che aveva assicurato 
anni fa il proprio patrimonio contro eventuali danni dal sisma), per dare modo agli studenti di 
utilizzare anche gli spazi verdi.» Sulla parte tecnica, relativa alla palestra inaugurata ieri a 
Scortichino, è entrato il geometra Rosi, spiegando  che, dopo i lavori preparatori, l’azienda è 
intervenuta per rendere più leggero il controsoffitto, intervenendo dove possibile per risistemare la 
pavimentazione e la facciata esterna della palestra. Da ieri riaperta, dopo la benedizione impartita da 
don Roberto Antonelli, che vuole essere un positivo viatico verso il ritorno alla normalità del paese.

Tags

NOTIZIE