Utilizzando questo sito si accetta l'uso dei cookies per scopi statistici. Maggiori info su
Banner
Text Size
Banner

Ferrara. Asilo di via del Salice: in marzo l’ingresso dei primi bambini

 Aprirà le proprie porte a bimbi e famiglie già dal prossimo mese di marzo il nuovo asilo comunale di via del Salice, sottoposto in queste settimane ai necessari lavori di finitura. L'annuncio è giunto stamani, nel corso di un sopralluogo con la stampa, dal sindaco Tiziano Tagliani e dall'assessore comunale ai Lavori pubblici Aldo Modonesi, che hanno previsto entro un mese il termine delle opere di completamento dell'immobile, avviate a inizio dicembre e rese necessarie dall'abbandono anticipato del cantiere da parte dell'originaria ditta appaltatrice.

I primi a poter far uso dei nuovi spazi, dotati dei più moderni accorgimenti tecnologici, antisismici e di risparmio energetico, saranno gli iscritti al Centro comunale per bambini e genitori 'Mille gru', frequentato nell'originaria sede di viale Krasnodar da circa 150 famiglie e dal giugno scorso non più attivo.

Dal prossimo mese di settembre si trasferirà poi in via del Salice anche lo spazio bambini comunale 'Piccole gru', al momento ospitato dalla scuola d'infanzia statale Bianca Merletti di via Galilei. "Si tratta - chiarisce il responsabile dell'Ufficio comunale Politiche familiari Tullio Monini - di una sorta di micro nido, ossia un servizio educativo rivolto a bambini non iscritti al nido e che prevede una frequenza di quattro mattine alla settimana per cinque ore. Saranno a disposizione diciotto posti per bambini di età compresa fra i 18 e i 36 mesi".

I due servizi in partenza già nel 2013 troveranno posto in due delle due ali di cui si compone il piano terra dell'edificio, mentre per i servizi di nido a cui è destinata la seconda ala il sindaco ha precisato che "l'Amministrazione comunale sta lavorando per vedere di riuscire a reperire i fondi necessari. Al momento infatti - ha aggiunto Tagliani - puntiamo, con le risorse disponibili, a garantire la continuità dei servizi già esistenti per le famiglie, dopodiché ci dedicheremo alla ricerca di ulteriori capitali per ampliare l'offerta".

Il piano superiore, composto da ambienti adibiti a uffici e da una sala riunioni, ospiterà invece una parte del personale dell'Istituzione comunale dei Servizi Educativi, Scolastici e per le Famiglie.

Per quanto riguarda poi il capitolo ambientale, l'assessore Rossella Zadro ha assicurato che "sta procedendo, nell'intera area in cui è situato l'asilo, la seconda fase del Piano di caratterizzazione, condotta con il supporto della Conferenza di servizi e con l'incarico ad Arpa dell'esecuzione dei prelievi di acqua e suolo. Il tutto per una spesa di 600mila euro a carico del Comune, più altri 350mila euro di fondi regionali assegnati ad Arpa". Dal prossimo giugno, inoltre, con tutta probabilità, saranno eseguiti interventi per la messa in sicurezza delle discariche, per una spesa di un milione e 350mila euro stanziati dalla Regione. "L'autorizzazione dell'Usl all'apertura dell'asilo - ha chiarito ancora l'assessore Zadro - è tra l'altro subordinata al proseguimento del monitoraggio dell'area interna ed esterna dell'edificio".

L'ssilo comunale di via del Salice

L'Amministrazione Comunale di Ferrara ha avviato le procedure per la realizzazione del nuovo asilo comunale nell'anno 2006 predisponendo prevalentemente attraverso i propri uffici dell'Assessorato alle Opere Pubbliche la progettazione dell'intervento, che prevede la realizzazione, su di una area comunale di circa 6.900 mq. in via del Salice, di un fabbricato edificato solo su piano terra per quanto riguarda gli spazi propri dell'asilo e su due piani per il corpo centrale adibito a servizi, uffici e sala riunioni.

Il fabbricato si estende  su circa 1.600 mq. al piano terra e su circa 220 mq. al piano primo ed è contornato da un'area cortiliva, in parte a verde in parte pavimentata ed attrezzata per parcheggio.

Il costo complessivo dell'intervento, comprensivo di  ogni onere, spesa ed inclusi arredi è quantificato in 3.000.000 di euro, finanziati al 60% da contributo regionale.

I lavori originari sono stati affidati, a seguito di gara, ad un'associazione di imprese di Napoli e sono iniziati il 15 novembre 2006; dopo aver accumulato ritardi sono stati poi successivamente interrotti, poco prima della conclusione, nel giugno 2009 a seguito di un contenzioso insorto tra l'impresa ed il Comune.

Sono poi stati avviati rilievi e analisi di carattere ambientale; in particolare, nel periodo tra il luglio 2010 ed il giugno 2012 nell'area ed all'interno dell'edificio sono state compiute indagini e monitoraggi ambientali da parte dell'Istituto Superiore di Sanità, che si sono conclusi con evidenziazione in Conferenza dei Servizi del luglio 2012 dei dati raccolti ed analizzati, che attestano l'assenza di rischio sia tossico che cancerogeno per chi frequenta la struttura.

L'Amministrazione Comunale nell'aprile 2012 ha proceduto quindi, anche a seguito del fallimento della ditta appaltatrice, a prendere in carico il cantiere e l'immobile, e nell'estate 2012 ha approvato il progetto di completamento delle opere, necessarie a rendere fruibile l'asilo, con un impegno complessivo di spesa di 400.00 euro. L'affidamento e la consegna dei lavori alla nuova ditta "GEO Costruzioni s.r.l."  è avvenuto il 29 novembre 2012 e prevede il completamento delle opere in un tempo di circa due mesi, eccezion fatta per le opere relative al verde che, per le loro caratteristiche e specificità, potrebbero protrarsi fino ad inizio primavera.

A completamento (ormai prossimo) dei lavori, l'Amministrazione potrà contare sulla disponibilità di una nuova struttura comprendente 8 sezioni + 8 dormitori, 2 ampie sale per spazio giochi, la completa dotazione dei servizi per cucine e lavanderie, i locali per il personale educatore, oltre ad uffici e sale riunioni al piano primo.

Le potenzialità della struttura, una volta completata, consentirà di poter ricevere oltre 120 bambini in età 0-3 anni, fra Nido e servizi integrativi.


Tags

NOTIZIE