Utilizzando questo sito si accetta l'uso dei cookies per scopi statistici. Maggiori info su
Banner
Text Size
Banner

Ferrara. Via libera dalla Provincia ad incentivi a sostegno del piccolo commercio dei centri urbani

 Finanziamenti per 556.400 euro a progetti di riqualificazione e riattivazione dei centri

commerciali naturali dei Comuni di Cento e Bondeno

A pochi mesi dagli eventi sismici che hanno duramente colpito le popolazioni dell’alto ferrarese e
con esse le numerose attività commerciali e dei servizi presenti nei centri storici è in arrivo una
nuova iniezione di liquidità a favore del commercio. La giunta provinciale si appresta infatti a
concedere ai Comuni di Cento e Bondeno finanziamenti a fondo perduto per 556.400 euro volti alla
ristrutturazione e riqualificazione dei centri commerciali naturali (rete del piccolo commercio
urbano) con l’obiettivo di sostenere le attività commerciali che vi insistono. Si tratta di fondi di
provenienza regionale e comunitaria messi a disposizione attraverso due bandi aperti nel corso
dell’estate e tesi ad agevolare i Comuni colpiti dal sisma. Con il primo bando ex L.r. 41/97 chiuso
lo scorso 30 settembre sono stati stanziati 218.172 euro assegnati ai Comuni istanti, Comune di
Cento e Bondeno, e con un finanziamento dell’80% rivolto alla realizzazione di una serie di
interventi urbanistici funzionali alla rivitalizzazione commerciale dei centri colpiti. A Cento si
interverrà sulla riqualificazione del piazzale della Rocca e sulla creazione di nuovi percorsi
pedonali con una spesa di 169.400 euro ed un contributo concesso di 135.520 euro. A Bondeno
invece si interverrà sulla riasfaltatura di alcune porzioni stradali, l’estensione dell’impianto di
pubblica illuminazione, l’installazione di distributori automatici di acqua, l’installazione di nuovo
arredo urbano nei giardini di via Pironi con una spesa di 163.181 euro ed un contributo parziale
concesso di 82.652. Il secondo bando rientra invece nel plafond di fondi comunitari del POR FESR
il cui bando, scaduto lo scorso 15 settembre, ha permesso di concedere ai beneficiari un
finanziamento al 100% per un importo di 338.228 euro. Questi fondi sono destinati alla
realizzazione di aree destinate ad ospitare attività economiche che necessitano di rilocalizzazione e
alla insfrastrutturazione delle aree mercatali dopo le chiusure e limitazioni imposte dal sisma.
Fondamentale in questo senso anche l’impegno della Regione per trovare la copertura finanziaria al
100%. A Cento si realizzerà un intervento di oltre 261.528 euro composto da una molteplicità di
interventi: attività promozionali e di comunicazione delle iniziative e manifestazioni del centro
storico, realizzazione sistema wifi per sistema di videosorveglianza a copertura nuova area pubblica
fieristica, realizzazione di rotatoria via Bologna/via del Curato, manutenzione piazzale Donatori di
sangue (fognatura e caditoie), adeguamento viabilità via Santa Liberata, via Cavallotti e laterali
(manto stradale e segnaletica) funzionale alla realizzazione di fiere, mercati ed eventi, installazione
di nuovi punti luce e punti acqua per il commercio ambulante e nuovi bagni chimici pubblici. A
Bondeno si interverrà invece con una spesa complessiva di 76.700 euro con l’acquisto di 20
strutture temporanee (gazebo) da destinarsi a manifestazioni ed attività commerciali le quali
rimarranno anche in futuro nella disponibilità comunale anche per altre finalità pubbliche; verra’
inoltre potenziata la dotazione instrastrutturale delle aree mercatali con l’installazione di nuove
colonnine per l’erogazione dell’energia.

A Cento verranno quindi assegnati € 397.048 mentre a Bondeno andranno € 159.352.

Questi 556.400 euro complessivamente stanziati con due deliberazioni della Giunta Provinciale
sono solo il secondo tassello ai restanti fondi comunitari che la Provincia ha già assegnato
direttamente ai commercianti ed esercenti dei 7 Comuni del cratere per un importo complessivo
di 778.000 euro. Beneficiarie sono state 61 attività obbligate dal sisma alla rilocalizzazione

temporanea o definitiva.

Dichiarazione Assessore Carlotta Gaiani “La Provincia ha gestito e coordinato con la Regione
Emilia Romagna l’azione per l’ottenimento dei fondi a favore sia dei privati che dei Comuni e
grazie alla disponibilità dell’assessore Melucci siamo riusciti a soddisfare per intero le necessità
delle imprese e alla copertura integrale dei fondi necessari ai Comuni per riattivare i propri centri
storici a favore della piccola rete commerciale. Siamo soddisfatti del fatto che grazie anche alla
forte interazione tra Provincia e Comuni e alla capacità di trovare soluzioni ai problemi non
abbiamo assistito a fenomeni di abbandono dei centri storici. Diamo atto anche del merito dei
nostri imprenditori che sono rimasti nei territori di appartenenza garantendo il mantenimento dei
servizi alla clientela”.

Dichiarazione Assessore Pierpaolo Busi “”Ringraziamo la Provincia di Ferrara per l’impegno
assicurato nel reperire questi fondi che ci hanno consentito di riprogrammare e progettare la nuova
rete dei servizi commerciali del nostro centro storico impedendo la desertificazione commerciale.
Noi abbiamo pensato alla ricollocazione della nuova area mercatale di via Santa Liberata e ora
potremo dotare l’area delle infrastrutture e dei servizi necessari agli operatori rendedo anche le aree
annesse fruibili ed in sicurezza per la clientela. Il nostro obiettivo rimane quello di non lasciare
sguarnito il centro storico di attività e servizi e questo finanziamento è un tassello fondamentale”.

Dichiarazione Assessore Simone Saletti “Noi abbiamo partecipato in passato già 7 volte a questi
bandi della Provincia e anche a questa misura post sisma e grazie ai fondi ottenuti e a quelli odierni
riusciremo a dotarci di strutture mobili (20 gazebo) che potremo utilizzare per ospitare attività e
manifestazioni nel centro storico ma anche nelle frazioni. La flessibilità delle strutture che saranno
messe a disposizione degli operatori ci consente di garantire una copertura territoriale su tutto
il territorio per eventi, manifestazioni e per iniziative cui gli operatori commerciali del paese
vogliano partecipare. Inoltre ci doteremo di infrastrutture di servizi indispensabili per le nostre aree
mercatali”.

Tags

NOTIZIE