Utilizzando questo sito si accetta l'uso dei cookies per scopi statistici. Maggiori info su
Banner
Text Size
Banner

Ferrara. Spazio Grisù: la prima Factory della creatività in Emilia-Romagna apre i battenti:

 È nata da poco la prima Factory della cultura e della creatività dell’Emilia-Romagna: dopo mesi di impegno collettivo, l’Associazione non profit “Grisù” ha presentato il 5 ottobre scorso lo Spazio Grisù. L’ex-Caserma dei Vigili del Fuoco di Ferrara di Via Polederelli 21 sarà trasformata in una “casa per creativi”, un luogo in cui s’intende contribuire al processo di crescita del territorio attraverso lo sviluppo dell’imprenditoria culturale e creativa.

L’ex-Caserma di Via Poledrelli è stata infatti concessa dalla Provincia di Ferraraall’Associazione “Grisù” in comodato d’uso gratuito per un tempo determinato con contratto rinnovabile: 4.000 mq da recuperare e trasformare, in cui troveranno ospitalità cultural industries d’eccellenza, come studi di giovani architetti, designers, grafici, informatici, esperti di web e nuove tecnologie, oltre a spazi comuni per co-working, workshop e scambi internazionali.

La selezione degli assegnatari degli spazi, che verranno dati in gratuità, avverrà sulla base del merito: la domanda di ammissione, rivolta a persone fisiche, associazioni e imprese, scaricabile dal sito www.spaziogrisu.org, è da inviarsi entro il 21 novembre 2012 all’indirizzo mail  Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo. . E’ in programma ancora un sopralluogo per visitare gli spazi interni dell’ex-Caserma, domenica 18 alle ore 15. 

Obiettivi del progetto sono agevolare l’espansione di nuove realtà imprenditoriali potenzialmente in forte crescita e, successivamente, avviare start up di imprese creative, in un momento in cui il livello di interesse per il binomio cultura/sviluppo e per il recupero di spazi dimessi è senza dubbio altissimo, non solo in Italia, ma in tutta Europa; tanto che anche il TG2 della Rai ha di recente dedicato un servizio a questo innovativo progetto, che parte senza finanziamenti iniziali.

Tra gli scopi del progetto Grisù vi è inoltre la ricerca di un dialogo proficuo e di scambio con le realtà locali, del quartiere e del territorio. Negli spazi comuni (le sale interne e l’ampia corte alberata), infatti, si organizzeranno laboratori, mostre e concerti, coinvolgendo anche la realtà del quartiere, in un’ottica inclusiva e di rigenerazione sociale, attraverso la partecipazione di anziani, bambini e delle scuole presenti nella zona.

 
Il prossimo evento in programma è il 21 dicembre, quando gli spazi all’aperto della ex-Caserma saranno teatro per il Rebirth-day, prima giornata universale della rinascita, il progetto del Terzo Paradiso di Michelangelo Pistoletto.

Grisù indice, quindi, in questa giornata una “chiamata alle arti” di tutti i creativi dell’Emilia-Romagna: la corte diverrà palcoscenico per installazioni, performances e sculture, nonché spazio in cui writers e street artists daranno libero sfogo alla propria creatività.

La fine del mondo il 21 dicembre 2012? Al contrario: un giorno di rinascita, in cui verranno anche annunciati i primi assegnatari degli spazi all’interno della ex Caserma, le imprese, cioè, che entreranno per prime in questa Factory della cultura e della creatività.

Per maggiori informazioni visitare il sito  www.spaziogrisu.org oppure tel. al 348 5504554 o mandare una mail a  Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo. .    


Tags

NOTIZIE