Utilizzando questo sito si accetta l'uso dei cookies per scopi statistici. Maggiori info su
Text Size
Banner
Banner

Codigoro. “Acqua & Territorio”: se il tg approda in classe la giornata è da Oscar

  Le premiazioni per gli studenti delle scuole che, in via eccezionale, raccontano il mondo della bonifica. Con un vero tg, super eroi, mimi, fotografie e tanta voglia di mettere le mani in acqua. Massimiliano Pederzoli presidente Urber: “Siccità e alluvioni accomunano la Regione Ferrara e Piacenza. Comunichiamo ora in modo nuovo”

Un’ottantina di studenti, alcuni tg, diversi immagini e un’esplosione di gioia per le premiazioni di un concorso che, alla sua quarta edizione, ha coinvolto negli anni alcune migliaia di coetanei in Emilia Romagna.
E’ “Acqua & Territorio” che, a causa del rinvio per il terremoto, ha premiato solo nella giornata di venerdì, presso gli impianti idrovori di Codigoro, i vincitori dell’anno concluso. Da Piacenza a Ferrara è un’esplosione di gioia e incredulità per questo tradizionale appuntamento indetto da Urber, dai Consorzi di bonifica associati e patrocinato della Regione Emilia-Romagna e dell’Ufficio Scolastico Regionale.
“E’ il nuovo modo con il quale la bonifica si relaziona alla gente – ha affermato Massimiliano Pederzoli, presidente dell’Unione regionale dei Consorzi di Bonifica dell’Emilia Romagna (Urber) - . 

E con il linguaggio di questi piccoli ‘bonificatori’ tra i banchi di scuola, lanciamo un messaggio semplice che dimostra quanto la nostra regione sarebbe diversa senza acqua d’estate o senza l’allontanamento della troppa acqua”.
Per i cortometraggi, il gran premio “Il Corto dell’Urber” è per la classe la classe 2° M delle scuole medie di Porotto (Ferrara) per il “TG 2M”: un telegiornale con quattro supereroi, un giornalista e un mimo per sordomuti che raccontano un’alluvione e l’intervento per scongiurarne gli esiti. Nella stessa sezione, migliore sceneggiatura per la classe 2° C delle scuole elementari di Pontenure (Piacenza) con il corto “Ne è passata di acqua sotto i ponti”, un vero spot animato per il consorzio. E migliori attori per la 4°A delle scuole elementari di Roveleto di Cadeo (Piacenza) grazie al filmato “Quant’acqua” con il piccolo Ruggero che presidia il territorio anche di notte.
Nella sezione fotografica “Un canale da tutelare” ha vinto la 2° A della scuola secondaria Petrarca di Pontenure (Piacenza); mentre migliori alunni sono stati Anna Mangolini, delle elementari di Mesola (Ferrara), e Alessandro Romagnoli, della scuola media De Pisis di Porotto. 
Oltre a Pederzoli, le premiazioni sono state effettuate da Rita Cinti Luciani, sindaco di Codigoro “Siete il futuro di queste terre – dirà a inizio cerimonia – anche per fare scelte amministrative, tra non molti anni, coraggiose e corrette, come non sempre è stato fatto in passato”. “Una giornata di festa nella quale accogliamo i tanti studenti per parlare e confrontarci con loro dei grandi temi del territorio e delle acque” ha affermato Mauro Ferrari, vicepresidente del Consorzio di bonifica pianura di Ferrara nel fare gli onori di casa.
“Ed è piacevole scoprire come Ferrara è come la nostra Piacenza, agli estremi della Regione – ha spiegato Fausto Zermani, presidente del Consorzio di bonifica di Piacenza - se si considera che è grazie alle nostra attività che i territori non sono aridi d’estate e alluvionati d’inverno”. Lo hanno potuto ben provare gli studenti nei laboratori didattici seguiti e nella visita al “Museo della Bonifica Meccanica” di Marozzo (Ferrara) dove, in concreto, hanno azionato un impianto in miniatura. Piccoli studenti da Oscar, per un giorno speciale.


Tags

NOTIZIE