Utilizzando questo sito si accetta l'uso dei cookies per scopi statistici. Maggiori info su
Text Size
Banner
Banner

Ferrara. Spaccio sotto assedio: un'altro arresto in zona grattacielo

 Il 6 settembre 2012, la 1° Sezione della Squadra Mobile di Ferrara, ha arrestato, in esecuzione dell’Ordinanza di Custodia Cautelare in Carcere,  il cittadino nigeriano O. E. A., classe 1980.

L’ordinanza è stata emessa dal Tribunale di Ferrara per spaccio di sostanze stupefacenti. 

 L’indagine a carico del nigeriano è iniziata nei primi mesi dell’anno, nell’ambito della più ampia attività info-investigativa finalizzata a contrastare il fenomeno dello spaccio di cocaina posta in essere dai nigeriani nella zona del grattacielo e nella immediata periferia come i quartieri Barco e Pontelagoscuro.

E’ stata ricostruita l’attività di spaccio a partire dal mese di gennaio al mese di marzo 2012; OKOSUN Ehis Anthony era infatti particolarmente attivo nello spaccio diretto in quelle zone ove, quale spacciatore incontrava i clienti cedendo loro le dosi. Era conosciuto dai clienti per la qualità della cocaina ceduta e per l’affidabilità con cui eseguiva le consegne; sono state contestate svariate cessioni di sostanze stupefacenti a consumatori locali.
 
Anche le operazioni di individuazione finalizzate alla cattura sono risultate laboriose poiché il nigeriano passava l’intera 
giornata in casa da connazionali in vari appartamenti della zona ed usciva solo di notte, in bicicletta per effettuare le consegne ai clienti, utilizzando svariati punti, che raggiungeva dileguandosi repentinamente, sfruttando appunto il buio per spacciare
indisturbato.

Il nigeriano arrestato risulta giunto in Italia come profugo e richiedente asilo politico; in realtà inserito dalla malavita nigeriana quale manovalanza per lo spaccio di cocaina. Tale attività si inserisce nel contesto delle recenti operazioni condotte con esito favorevole dagli investigatori della questura di Ferrara impegnati nel contrasto al mercato della droga di strada nei punti più delicati della città, ovvero la zona della Stazione, del Grattacielo, Barco e Pontelagoscuro. E’ molto frequente infatti che i pusher nigeriani abitino in appartamenti in affitto nelle citate zone periferiche spostandosi poi in centro nelle solite aree di spaccio.

Tags

NOTIZIE