Utilizzando questo sito si accetta l'uso dei cookies per scopi statistici. Maggiori info su
Banner
Text Size
Banner

Ferrara. 4/9 set. Con EstateBambini 2012 un inno ai legami e ai valori della fratellanza

 

 

 


Tutte le famiglie della città lo sanno: non c’è estate a Ferrara senza EstateBambini. E anche in un anno difficile come quello in corso, segnato dalle problematiche economiche e dagli eventi sismici, l’Amministrazione comunale con i suoi tanti partner e le innumerevoli forze del volontariato non ha voluto far mancare questo tradizionale appuntamento per piccoli e grandi, in programma dal 4 al 9 settembre in piazza XXIV Maggio. A raccontare della decisione di proseguire nell’organizzazione della diciannovesima edizione della festa per le famiglie è stato stamani in conferenza stampa il responsabile dell’Unità organizzativa Politiche familiari del Comune Tullio Monini che ha spiegato: “la durata della manifestazione sarà ridotta d i qualche giorno rispetto agli scorsi anni, ma il programma sarà come sempre ricchissimo di spettacoli, iniziative, laboratori e giochi per bambini di tutte le età. E il tutto avrà come tema conduttore – ha rivelato ancora Monini – il valore della fratellanza, intesa sia in ambito familiare come rapporto tra fratelli, sia in ambito civile, come aspirazione alla convivenza pacifica”. 
Un tema che troverà già un primo approfondimento nella serata dal titolo ‘Fratelli d’Italia’, proposta come anteprima a EstateBambini, sabato 1 settembre alle 20,30 alla sala Estense, con ingresso libero. Argomento specifico dell’appuntamento sarà la campagna per il riconoscimento della cittadinanza a tutti i bambini nati in Italia, di cui parlerà, dopo l’introduzione del vicesindaco Massimo Maisto, il responsabile nazionale di Arci Immigrazione Maurizio Miraglia, seguito dallo spettacolo di canti, musiche e parole ‘Aspettando’, portato in scena dai ragazzi dell’Esquilino Junior Theatre Orchestra e ideato da Moni Ovadia. 
Di fratellanza si parlerà poi anche in occasione dell’azione teatrale ‘In lode di Babele’ che venerdì 7 settembre alle 18,30, ai piedi dell’acquedotto monumentale, farà da evento clou di EstateBambini, coinvolgendo attivamente tutti i partecipanti alla manifestazione in un inno alla diversità delle culture presenti nel mondo.
Come sempre, colonna portante della manifestazione saranno i volontari di tutte le età, coordinati dall’associazione Circi e impegnati nel garantire il funzionamento del complesso insieme di attività e proposte teatrali riunite in piazza XXIV Maggio. “Saranno al lavoro - ha preannunciato Nadia Benazzi del Circi – una sessantina di volontari adulti e altrettanti ragazzi dai 7 agli 11 anni, oltre a un centinaio di giovani dai 12 ai 16 anni e a una quindicina di tutor fino ai 22 anni, cui si aggiungeranno anche sei volontari francesi della cittadina bretone di Queven”. Con loro, come ricordato dal direttore dell’Istituzione scolastica comunale Mauro Vecchi e dalla coordinatrice pedagogica dei Servizi educativi integrativi comunali Bianca Orsoni, ci saranno anche numerosi dipendenti dei Servizi comunali oltre a personale delle scuole d’infanzia che si è reso disponibile per via dell’apertura posticipata delle attività educative. “A tutti loro – ha dichiarato il vice sindaco Massi mo Maisto – va un ringraziamento particolare, poiché dopo il sisma non c’è nulla di scontato ed è solo grazie alla grande disponibilità degli operatori e dei volontari che manifestazioni come EstateBambini possono continuare a vivere e attirare pubblico per diciannove anni. Un successo che si spiega anche con la capacità di questa manifestazione di tenere insieme le generazioni, le famiglie e gli interessi più diversi, coltivando un’idea di cultura che non è solo consumo, ma anche crescita collettiva e socialità”.
Immancabile anche quest’anno, assieme a quello di Hera, sarà il sostegno di Afm Farmacie Comunali, ribadito con convinzione dal presidente Sergio Caselli e dal direttore Riccardo Zavatti, oltre alla collaborazione della Provincia di Ferrara che per voce dell’assessore Patrizia Bianchini ricorda “la grande opportunità offerta da EstateBambini a ragazzi e genitori di riflettere su valori di fondamentale importanza per il vivere civile”.

A dare il via agli spettacoli di Estate Bambini, dopo l’anteprima di sabato 1 settembre, sarà lunedì 3 alle 21,15 in piazza XXIV Maggio la rappresentazione ‘Rosaspina. Una bella addormentata’ inserito nella rassegna di teatro per ragazzi FesteBa che accompagnerà tutta la manifestazione con cinque diverse performance serali. Mentre l’apertura delle attività pomeridiane ai piedi dell’acquedotto è prevista per martedì 4 settembre alle 16,30, con proseguimento tutti i pomeriggi fino a domenica 9.

Per non perdere nemmeno una delle iniziative in programma, i siti internet 
www.estatebambini.itwww.festeba.it sono già consultabili in rete con tutto il calendario e gli approfondimenti. 
Mentre per le famiglie con bambini sarà il periodico 
passaparola_estate_2012.pdf, distribuito gratuitamente dall’Unità operativa Politiche familiari del Comune, a fornire tutti i dettagli e le informazioni sulla festa e sulle attività per bambini e famiglie in programma nei centri comunali dal prossimo settembre.


LA SCHEDA a cura degli organizzatori

19° edizione di EstateBambini all’insegna di condivisione e fratellanza 

Ancora una volta, dopo diciannove estati ormai, l’Acquedotto monumentale di Piazza XXIV maggio a Ferrara è pronto ad accogliere attorno a sé il magico mondo di EstateBambini, in un tempo sospeso di fine estate, in cui adulti e ragazzi si ritrovano a condividere esperienze straordinarie ed impegno sociale.
Anche quest’anno infatti, dal 4 al 9 settembre, il Comune di Ferrara in collaborazione con la Provincia di Ferrara, la Regione Emilia Romagna, l’associazione CIRCI, con il sostegno di Hera e Farmacie Comunali, offrirà a grandi e piccoli una serie di iniziative all’insegna del gioco, del divertimento, ma anche della riflessione e della condivisione di temi importanti. La generale difficoltà in cui gli enti locali si sono venuti a trovare in questi ultimi anni, unita all’improvvisa emergenza dovuta ai recenti eventi sismici, hanno costretto l’amministrazione a ridurre la durata della manifestazione da 10 a 6 giorni, senza però comprometterne la qualità e la varietà di proposte.
Come ogni anno i ragazzi volontari sono il punto di forza della manifestazione: dai Pelleossa ai Tutor, tutti insieme formano una squadra di lavoro in grado di assicurare alla festa tutto il sostegno e il divertimento che serve, e trasformano EstateBambini e Festebà, Festival di Teatro Ragazzi, in eventi davvero speciali. 
La manifestazione propone come sempre una serie fitta di iniziative e occasioni di festa, fuori, dentro e attorno l’Acquedotto: le botteghe di arti varie, il teatro dei piccoli e lo spazio per i piccolissimi; i diversi punti di ristoro ma anche la sabbiera, la libreria con i suoi pomeriggi di narrazioni, lo spazio per i giochi da tavolo, la tenda dedicata al volontariato delle famiglie e lo spazio musica per piccoli e grandi. La compagnia teatrale Ca’ luogo d’Arte, attiva da molti anni ad Estate Bambini, presenta quest’anno lo spettacolo Ca’ccabaret, un progetto teatrale che illustra uno degli argomenti più buffi e insieme delicati sul quale i bambini amano scherzare.
Nel programma, sempre molto denso e variegato, una conferma anche per questa edizione, sarà la presenza della musica, che entrata in punta di piedi nelle edizioni precedenti, ribadisce la sua presenza con due proposte diverse tutti i giorni, dedicate rispettivamente ai piccoli e agli adulti con proposte musicali ogni giorno diverse, dal jazz alla classica, passando per le percussioni, le canzoni e la banda. 
Una delle novità di questa edizione è il gemellaggio del CIRCI con i volontari francesi dell’associazione Entr’actes - che si occupa di teatro amatoriale e animazione per bambini - ottenuto nell’ambito del progetto europeo Grundtvig. L’associazione ha preparato per EstateBambini il progetto Breizh’Bà, che verrà presentato al pubblico ferrarese martedì 4 e mercoledì 5 settembre, nella tenda del Volontariato familiare. 
Tutto il programma della manifestazione di quest’anno è costruito attorno al tema della “fratellanza”. Questo sarà il filo rosso che le famiglie ritroveranno negli spettacoli scelti per il concorso di Festebà e più ancora in Fratelli d’Italia, la serata di anteprima di EstateBambini in calendario sabato sera 1 settembre alla Sala Estense, in cui si potrà assistere alla performance Aspettando… della Esquilino Junior Theatre Orchestra, un gruppo di giovani attori e musicisti della capitale, diretti da Moni Ovadia.
Lo spettacolo vede in scena un cast di ‘nuovi italiani’,- come loro stessi si definiscono - ragazzi provenienti da diversi centri di aggregazione comunali romani, frequentati da migranti e italiani di seconda generazione. La performance, espressione del ‘teatro musicale’ caro ad Ovadia, è costituita da un mix di testi tratti da autori come Samuel Beckett, Sheakespeare o Ionesco, abilmente mescolati ad una ‘colonna sonora’ di ispirazione multietnica giocata sull’uso degli strumenti musicali tradizionali delle diverse culture. 
Lo spettacolo introdurrà il tema della campagna ‘L’Italia sono anch’io’, per il riconoscimento della cittadinanza a tutti i bambini nati nel nostro paese.
Anche questa 19ma edizione della festa vede la realizzazione di un’azione teatrale che coinvolgerà tutti i partecipanti, piccoli e grandi, e che si svolgerà venerdì 7 settembre. Mentre nelle due edizioni passate, i temi di riflessione e rappresentazione hanno prodotto ‘Un canto per Monte Sole’, dedicato all’eccidio di Marzabotto e ‘Madres in cammino’, in omaggio al coraggio delle madri di ieri e di oggi, quest’anno il tema centrale della manifestazione - la fratellanza - si esprimerà nella performance In lode di Babele (regia a cura di L. Giuriola, M. Brondi e A. Antonellini e la partecipazione dei ragazzi volontari del Circi).
In questa nuova celebrazione collettiva si vuole raccontare, reinterpretandola, la vicenda della costruzione - e poi distruzione - della torre di Babele, contenuta nel libro della Genesi, vista alla luce della grande opportunità che una tale dispersione di lingue e di culture ha potuto significare per l’umanità.
Un inno alla diversità, che è ricchezza e occasione di crescita, in un momento in cui è forte l’esigenza di recuperare il valore della fratellanza tra gli uomini, per una convivenza aperta e costruttiva di fronte ad un comune orizzonte. 

Per ulteriori informazioni e per consultare il programma giornaliero:
www.estatebambini.it
www.festeba.it

A proposito dell’anteprima di EstateBambini 2012 in programma sabato 1 settembre alle 20.30 alla sala estense (ingresso libero): con la serata dal titolo 'Fratelli d'Italia':
fratelli_d_italia.doc
esquilino_junior_theatre_orchestra.doc

LA TESSERA FAMILIARE

Per partecipare a spettacoli, laboratori e giochi di Estate Bambini occorre la Tessera Familiare
Estate 2012 dal costo di 15 euro (ridotta a 10 euro per le famiglie di operatori e volontari). Grazie
ad essa ogni famiglia con bambini di età compresa tra 6 mesi e 14 anni (indipendentemente dal
numero di componenti) acquisisce il diritto ad entrare in Piazza XXIV Maggio tutti i pomeriggi della
manifestazione e ad assistere agli spettacoli serali, compresi quelli di Festebà.
10 euro è invece il costo della Tessera Familiare Giornaliera che dà diritto ad accedere ad EstateBambini unicamente per una giornata.
Per insegnanti, bibliotecari, operatori e adulti in genere senza bambini o con bambini inferiori ai
6 mesi o ragazzi di oltre 14 anni, è prevista un’apposita Tessera Giornaliera Visitatori gratuita
da ritirare all’ingresso, lasciando le proprie generalità.
Le tessere possono essere acquistate all’ingresso della manifestazione, o richieste allo Sportello
InformaFamiglie&Bambini del Centro per le Famiglie in piazza XXIV Maggio.


Tags

NOTIZIE