Utilizzando questo sito si accetta l'uso dei cookies per scopi statistici. Maggiori info su
Banner
Text Size
Banner

Vasco Rossi sposato: "Un piccolo passo per un uomo, un grande passo per l'umanità"

"Un piccolo passo per un uomo, un grande passo per l'umanità". Sono queste le parole recitate da Vasco Rossi all'uscita dal Municipio di Zocca (MO), sabato 7 luglio 2012, appena concluse le formalità che lo legano in matrimonio alla sua compagna Laura Schmidt, con la quale convive già da 25 anni. 

Ecco alcune immagini di una giornata a Zocca, nel tentativo di filmare qualcosa del fugace matrimonio di Vasco Rossi.

La strada e la cancellata attorno alla sua casa sono completamente ricoperte di scritte, di dediche dei suoi Fans, sulle quali c'è stato tempo di soffermarsi. In Municipio, una guardia bloccava la porta della stanza dove è avvenuta la cerimonia, per cui il risultato è stato molto scarso.

"Get the Flash Player" "to see this gallery."

Riporto qui sotto il testo integrale del messaggio di Vasco agli amici di Facebook nel quale spiega il motivo di questo suo 'vincolo' alla 'vita spericolata'.

"volevo tranquillizzare, sdrammatizzare e placare un po’ tutto questo entusiasmo e questa importanza data a un atto puramente tecnico e necessario per dare a Laura gli stessi diritti dei miei tre figli. 

Per questo è necessario che io firmi un contratto di matrimonio civile
Io che ho sempre considerato il matrimonio come una ben triste condizione di vita. obbligati a vivere insieme per sempre e per forza
quando solo essere liberi di andarsene ogni giorno può dimostrarci la sincerità di un rapporto. 

Come se non fosse l’amore l’unica cosa che conta.

In questo credevamo io e Laura. Venticinque anni vissuti insieme non per forza ma per amore e una famiglia costruita ogni giorno con fatica e sacrifici.

Ma in questo paese le leggi sono poco chiare, sempre confuse e interpretabili non si sa mai cosa può accadere…e comunque non sono regolamentate chiaramente le coppie di fatto perché al vaticano non sono simpatiche e anche ai nostri politici non piacciono tutte queste novità. Oggi le coppie di fatto domani le coppie di uomini e poi magari le coppie di pecore e pastori…

Quindi non ci sarà una festa.. non ci saranno pranzi ..liste di regali o felicitazioni ma una nuova sconfitta per le nostre convinzioni.


V.R."


Arte Cultura e Spettacolo