Utilizzando questo sito si accetta l'uso dei cookies per scopi statistici. Maggiori info su
Text Size
Banner
Banner

Afganistan. Attacco al campo addestrativo, un Carabniere deceduto

La mattina del 25 giugno alle ore 08,50 locali (06,20 italiane) ad Adraskan (Afghanistan occidentale – RC WEST)), all’interno del campo addestrativo della Polizia afghana, si è verificata una esplosione che ha interessato una garitta di osservazione installata nei pressi della linea di tiro del poligono, coinvolgendo tre militari dell’Arma dei Carabinieri appartenenti al Police Speciality Training Team (PSTT).

A seguito dell’esplosione, il Car. Sc. Manuele BRAJ, 30enne di Galatina (LE), effettivo al 13° Rgt. “Friuli-Venezia Giulia” è deceduto sul colpo, mentre altri due militari dell’Arma, effettivi rispettivamente alla 2^  Brigata Mobile di Livorno e al 7° Rgt “Trentino-Alto Adige”, sono rimasti feriti alle gambe e sono stati successivamente elitrasportati presso l’ospedale militare USA (ROLE 2) di Shindand, ove sono ricoverati non in pericolo di vita.La zona dell’esplosione è stata isolata per permettere i rilievi di rito e la ricostruzione della dinamica. 

I familiari sono stati informati. Il Car. Sc. BRAJ lascia la moglie, 28enne, e il figlio di 8 mesi.

 

Il Capo di Stato Maggiore della Difesa, Generale Biagio Abrate, a nome suo personale e delle Forze Armate, ha espresso ai familiari del Carabiniere Scelto Manuele Bray, deceduto a seguito dell’attacco contro la base di addestramento di Adraskan, “le più sentite condoglianze. Mi stringo al vostro immenso dolore con i sentimenti della più affettuosa vicinanza e intensa solidarietà”. 

Il Generale Abrate ha, inoltre, espresso al Comandante Generale dell’Arma dei Carabinieri, Generale  di Corpo d’Armata Leonardo Gallitelli, “la più intensa solidarietà e profonda vicinanza” .

Lo Stato Maggiore della Difesa rende noto che il rientro della salma del Carabiniere Scelto Manuele Braj è previsto per domani 27 giugno, alle ore 10.30, presso l’aeroporto di Ciampino.

 


Associazioni Enti e Corpi