Utilizzando questo sito si accetta l'uso dei cookies per scopi statistici. Maggiori info su
Text Size
Banner
Banner

Ferrara. Bloccato dai Carabinieri il rapinatore seriale di farmacie

 Era il 12 giugno, verso le 12:30 quando, presso la farmacia Pasquali M.Luisa di Tresigallo, uno sconosciuto parzialmente travisato con una bandana ed armato di coltello ha minacciato una dipendente chiedendo di consegnare l’incasso. La dipendente, sorpresa ed impaurita, sotto la minaccia del coltello, indietreggia per raggiungere altre colleghe che erano in disparte: in quel momento il rapinatore si impossessa del denaro contante che era all’interno di una cassa, corrispondente a circa 650,00 euro, scappando poi a piedi.

In base alla descrizione del rapinatore e dal “modus operandi” i Carabinieri  del Nucleo Operativo e Radiomobile di Copparo intuiscono che poteva trattarsi di V.G., 43enne, residente a Massa Fiscaglia, tossicodipendente e già arrestato in precedenza per reati simili e peraltro già identificato dai militari della Compagnia di Portomaggiore e da quelli di Massa Fiscaglia  quale autore di altre rapine in danno di farmacie della provincia.

Conoscendo le abitudini di V.G. i Carabinieri dirigono le ricerche su Ferrara, in collaborazione con i militari di via del Campo; in città vengono predisposti dei controlli presso la Stazione Ferroviaria e in Piazza Travaglio, dove, nelle prime ore del pomeriggio, viene identificata una Fiat Panda che risultava rubata nella stessa mattinata a Codigoro dove si trovava regolarmente chiusa a chiave. Mentre alcuni militari tenevano sotto osservazione la vettura, alle 17.30 circa un militare ha riconosciuto, all’interno di un taxi partito dalla Stazione FF.SS.,  proprio il ricercato, che indossava un cappellino ed un paio di occhiali da sole.

A quel punto gli Agenti lo fanno scendere dal taxi e salire sull’autovettura di servizio per essere accompagnato in caserma per ulteriori accertamenti. Indossava una maglietta nera ed un paio di jeans chiari corrispondenti a quelli descritti dalle vittime della rapina ed era in possesso di gr.3 di cocaina, un telefono cellulare, una maglietta, acquistati poco prima a Ferrara  e 70 euro in banconote di piccolo taglio, ritenute la somma residua del provento della rapina. Nelle tasche dei pantaloni aveva anche diverse chiavi di autovetture tra le quali risultava proprio quella corrispondente alla Fiat Panda ritrovata  in Piazza Travaglio. Anche l’ispezione sulla autovettura da esiti positivi: sotto il sedileviene ritrovato un coltello da cucina ritenuto quello utilizzato per la rapina alla farmacia di Tresigallo.  L’autovettura è stata poi restituita all’avente diritto, mentre, la droga e  tutte le altre cose pertinenti alla rapina sono state poste sotto sequestro.

Nel corso di una perquisizione domiciliare vengono rinvenuti e sottoposti a sequestro occhiali da sole, berrettino nero ed una scheda Postamat  ritenuti utili per le indagini.

In base agli elementi raccolti a carico di V.G., il P.M. D.ssa Barbara Cavallo dispone che l’arrestato fosse tradotto presso la casa circondariale di Ferrara a sua disposizione.

Nella stessa serata i Carabinieri della Compagnia di Portomaggiore davano esecuzione all’Ordinanaza di Custodia Cautelare in carcere emessa dal GIP D.ssa Monica Bighetti del Tribunale di Ferrara su richiesta del P.M. dott.ssa Patrizia Castaldini nei confronti del V. G. ritenuto responsabile di due rapine consumate rispettivamente in Migliarino il g.8.5.2012 in danno della farmacia Virgilio ed in Ostellato il 1.6.2012 in danno della farmacia Pasquali M.Luisa.

Di fondamentale importanza, per l’esito delle indagini è stata la conoscenza del soggetto da parte dei militari operanti  e l’imparziale collaborazione delle vittime delle rapine e di alcuni cittadini che hanno segnalato elementi che si sono poi rilevati di fondamentale importanza.

Con questa operazione i Carabinieri ritengono di aver fermato un soggetto che aveva intrapreso l’abitudine di rapinare farmacie ogni volta che aveva bisogno di denaro.


Tags

NOTIZIE