Utilizzando questo sito si accetta l'uso dei cookies per scopi statistici. Maggiori info su
Text Size
Banner
Banner

Ferrara. Rapinavano Centri Benessere, banda criminale in manette

 Sono finiti in manette i responsabili del furto al centro benessere “Paradiso” di via Contrada Della Rosa avvenuto lo scorso 8 marzo.

Erano una vera e propria banda formata da tre cinesi ed un algerino, organizzata e metodica. Colpivano in varie città d’Italia, rivolgendosi sempre a centri benessere condotti da cinesi.

 A Ferrara,  avevano fatto irruzione all’interno del centro benessere armati di pistola e coltello, armi finte come quelle ritrovate nelle loro disponibilità al momento dell'arresto. Dopo aver minacciato il titolare del centro ed alcune sue dipendenti di origine cinese, si erano impossessati dei loro beni per circa 1100€, alcuni monili in oro, un pc portatile e un telefono cellulare.  Mentre i rapinatori scappavano il titolare dell’esercizio era riuscito a bloccare per un attimo un rapinatore armato di coltello rimanendo lievemente ferito, ma senza riuscire a fermarlo. Il gruppo criminale è stato visto allontanarsi a bordo di una Fiat bianca ritrovata dopo pochi giorni in zona. 

Subito dopo la rapina, il personale della Terza Sezione della Squadra Mobile avvia una capillare attività di indagine in sinergia con altre Questure in quanto gli investigatori riconoscono estraneo al territorio ferrarese questo tipo di rapine. Un primo riscontro arriva dalla provincia di Cuneo dove erano già  accaduti due fatti analoghi, in due centri benessere della zona; la Sezione Rapine della Questura di Cuneo aveva già avviato le indagini su un gruppo di malviventi cinesi. 

Lo scambio di informazioni con le altre Questure ha permesso anche di accertare che il gruppo criminale era responsabile di altre rapine nel Nord Italia tutte attuate con lo stesso modus operandi;  vengono identificati due di loro: W. K. J. nato in Cina il 15.07.1982 e L J. B. nato in Cina il 11.05.1971, già gravati da pregiudizi penali.  

Dai rilievi tecnici sulle celle telefoniche della provincia di Ferrara, si attesta la loro presenza sul territorio nella giornata della rapina al “Paradiso”. Anche il titolare e i dipendenti del centro benessere li riconoscono come componenti del gruppo che li aveva rapinati. L’ algerino T. M.R. 45enne  è stato denunciato a piede libero ma attualmente è detenuto per altra causa a Brescia. 

Martedì 5 giugno, su disposizione del GIP del Tribunale di Ferrara, i due malviventi, già detenuti presso il carcere di Prato per i fatti loro contestati ed accaduti a Cuneo,  vengono arrestati in esecuzione di ordinanza di custodia cautelare. 

Sono tutt’ora in corso altri accertamenti per identificare l’ultimo appartenente cinese del gruppo. 


Tags

NOTIZIE