Utilizzando questo sito si accetta l'uso dei cookies per scopi statistici. Maggiori info su
Banner
Text Size
Banner

Ferrara. 7 arresti per furto colti in flagranza, segnalazioni tempestive e velocità degli interventi

 La forte presenza di Turisti sui Lidi ha indotto la Compagnia Carabinieri di Comacchio con il Coordinamento del Comando Provinciale di Ferrara di  aumentare la presenza dei servizi esterni; gli sforzi attuati dall’Arma grazie anche alla continua collobarazione con i cittadini ha permesso di ottimizzare i risultati operativi portando all’arresto di 7 persone solo nell’ultimo week end e  tutte per furto aggravato.

I primi tre arresti sono stati effettuati dal N.O.R. di Comacchio che ha tratto in arresto 3 donne resisi responsabili di un furto su l’autovettura di un turista ferrarese.

Intorno alle ore 16.30 di sabato 02 giugno, era giunta alla Centrale Operativa del Comando Compagnia CC di Comacchio la segnalazione riguardante tre donne con una Y10 di colore grigio metallizzata all’interno del parcheggio di un’attività balneare al Lido di Volano, che con fare circospetto si affiancavano alle autovetture in sosta controllando  gli abitacoli, con a bordo tre donne, le quali erano state notate poco prima

All’arrivo dei Carabinieri  l’autovettura segnalata si trovava nei pressi della via Volano di Lido di Volano, vicino ad  un ristorante. Dopo aver proceduto al fermo della macchina, i militari procedono al controllo dell’autovettura, identificando le tre donne: S.M. 29enne di Piove di Sacco, S.B. 41enne di Arzegrande in provincia di Padova, S.V. 32enne anch’essa residente a Piove di Sacco, tutte con precedenti di Polizia;  durante il controllo, si accorgono anche che, nella parte anteriore dello sportello destro lato passeggero, era riposto in maniera evidente un coltello a serramanico di quelli proibiti dalla legge.

Dalla perquisizione del veicolo salta anche fuori, un cellulare marca NOKIA,  una chiavetta USB e la somma in denaro di 40 Euro  (quaranta) in due biglietti da 20 euro; le tre donne,  interpellate in merito al possesso della merce, non sapevano rendere conto di quanto rinvenuto nella loro vettura.

In relazione a quanto rinvenuto, le donne vengono accompagnate agli Uffici del Comando per gli accertamenti, dove si apprende che, verso le ore 17.30 circa   la C.O. aveva ricevuto la denuncia di di una turista vittima del furto di una borsa in pelle che si trovava all’interno dell’autovettura del proprio fidanzato un 35 enne residente in Città.

La turista giunta in ufficio ha riconosciuto gli oggetti rinvenuti a seguito della perquisizione della Y10, constatando quindi la flagranza di reato al seguito della quale le tre donne sono state arrestate.

Gli altri 4 arresti sono stati effettuati dalla Stazione CC di Codigoro in collaborazione con l’Arma di Mesola nel pomeriggio del 3 giungo: si tratta di residenti a Berra responsabili del furto di alcune grondaie in rame.

 

Alle ore 15,30 circa a Pontelangorino i proprietari di un’abitazionehanno visto 4 persone, all’interno del loro cortile,  intente ad asportare delle grondaie in rame custodite nell’aia. 

I Proprietari, due pensionati 60enni, hanno chiamato immediatamente il 112 precisando di aver visto due giovani piegare le grondaie e metterle all’interno del bagagliaio di una VW SHARAN monovolume con targa francese. 

Una volta sul posto i militari hanno sorpreso i quattro malfattori, tre uomini B.A. 30enne, B.G. 34enne L.M. 36enne ed una donna B.E. 33enne, tutti stranieri dell’est ed un nord africano, residenti a Berra (FE) con numerosi precedenti di polizia per reati specifici.

Erano  ancora all’interno della proprietà  dei due pensionati codigoresi e vengono quindi arrestati in flagranza di reato. Le grondaie del valore di circa 1500 € sono state immediatamente restituite agli aventi diritto. A seguito dell’arresto in flagranza il P.M. di turno disponeva la custodia degli arrestati in camera di sicurezza per il successivo processo per direttissima; che si è celebrato nel pomeriggio di oggi e concluso con la convalida degli arresti, applicazione dell’obbligo di dimora nel Comune di Berra e divieto di uscire dalla propria abitazione dalle ore 20.00 alle ore 07.00 per due imputati, mentre per gli altri due non è stata applicata nessuna misura. Il dibattimento è stato rinviato per richiesta di applicazione del rito abbreviato richiesto dal difensore. 

Il Comando Compagnia di Comacchio invita tutti i cittadini a segnalare tramite l’utenza 112 eventuali situazioni sospette che permetterebbero di coronare gli interventi con altri successi e contemporaneamente di continuare a rinsaldare l’ottimo rapporto tra Cittadini e l’Arrna dei  Carabinieri.

L’Arma nello scorso week end ha messo in campo:

- 35 pattuglie,

-  70 uomini

- Identificato 150 persone

- 100 veicoli controllati.

 


Tags

NOTIZIE