Utilizzando questo sito si accetta l'uso dei cookies per scopi statistici. Maggiori info su
Banner
Text Size
Banner

Ferrara. Imprese: ingenti danni segnalati alla CNA

  Stanno pervenendo presso le sedi Cna della provincia di Ferrara, soprattutto della zona più investita dal sisma di domenica, numerose segnalazioni delle imprese che hanno subito danni più o meno rilevanti, prontamente contattate dall’Associazione, che si è fatta carico di individuare da subito le diverse necessità delle aziende, per affiancarle concretamente nelle fase dell’emergenza e nello sforzo di ripristino dell’attività produttiva.

La scala dei problemi indicati dagli imprenditori che, in queste ore, si stanno rivolgendo all’Associazione, è diversificata per gravità e natura. Desta comunque grande preoccupazione, innanzitutto per l’ampiezza, complessità ed estensione territoriale delle imprese coinvolte. Si va dai capannoni ed edifici aziendali crollati completamente o in parte, soprattutto nell’area compresa tra Sant’Agostino, Mirabello, Poggio Renatico e Bondeno e alcune frazioni del Centese, alle lesioni alle pareti murarie esterne e interne, e alle coperture dei capannoni, ai servizi inagibili, non solo nelle zone più critiche ma anche in altri Comuni limitrofi e nella stessa città. Estesi, inoltre, i danneggiamenti e la compromissione di attrezzature e macchinari, messe fuori uso computer, reti e strumenti informatici.

Tra i maggiori problemi indicati dagli imprenditori, motivo di grande ansia, l’inagibilità dei locali, i tempi e i modi di valutazione da parte dei tecnici incaricati dai Comuni, dei vigili del fuoco e della protezione civile, e quindi l’incertezza sui tempi di ripresa dell’attività, la impossibilità materiale di dare corso agli ordini dei committenti. Ciò, a fronte dell’incombere delle scadenze di pagamenti di vario genere (tasse, oneri previdenziali, fornitori, ecc.).

La Cna si sta muovendo con grande impegno, sia a livello locale, che regionale – dichiara il direttore provinciale della Cna, Corradino Merli - per ricercare soluzioni concrete, nell’ambito delle proprie possibilità e nel quadro delle iniziative già assunte, o previste per i prossimi giorni dalle istituzioni locali. Ciò che appare sempre più evidente è il profilarsi di un danno economico, oltre che sociale e umano, di gravi proporzioni, che si abbatte su piccole e medie imprese e lavoratori già pesantemente segnati dalle difficoltà economiche degli ultimi mesi. Un tessuto e patrimonio produttivo che rischia di trovarsi in ginocchio, con pesanti conseguenze per tutta la comunità locale, oltre che per imprenditori, lavoratori e le loro famiglie più direttamente interessati”.

“Le leve immediate sulle quali bisognerà puntare, oltre a quelle che competono il Governo, quali ad esempio, il rinvio delle scadenze fiscali e previdenziali – aggiunge il direttore della Cna – sono innanzitutto lo snellimento delle procedure relative all’agibilità delle sedi aziendali, e inoltre gli ammortizzatori sociali e l’accesso al credito.  E’ assolutamente fondamentale che le imprese siano messe in condizione di ripartire al più presto. Giusta, quindi, la messa a disposizione di plafond per le imprese colpite dal terremoto, da parte di alcuni istituti bancari. Ma occorre fare in modo che la valutazione delle domande di finanziamento sia adeguata e coerente con l’assoluta straordinarietà della condizione, che le imprese stanno vivendo in questo momento”.

 Le sedi della Cna dell’area più colpita dal sisma sono tutte operative, e a disposizione delle imprese associate, con eccezione della sede di Poggio Renatico, per la quale si attende l’agibilità da parte della Protezione civile. Le imprese Cna associate a Poggio Renatico possono rivolgersi all’Ufficio di Vigarano Mainarda (via Garibaldi, 11 – tel. 0532/436069).

Da segnalare numerose offerte spontanee di imprenditori della nostra provincia, che hanno messo a disposizione proprie strutture per dare accoglienza agli sfollati, o per consentire ad aziende analoghe, dello stesso settore, di effettuare, seppure parzialmente, la propria attività.


Tags

NOTIZIE