Utilizzando questo sito si accetta l'uso dei cookies per scopi statistici. Maggiori info su
Banner
Text Size
Banner

Ferrara. Palio rinviato, le contrade abbassano le armi per offrire sostegno

 Il Palio di Ferrara è stato rinviato a data da destinarsi. La decisione è stata  assunta ieri sera, al termine della riunione svoltasi in Prefettura ed alla quale hanno preso parte, tutti i rappresentanti delle istituzioni, delle forze dell'ordine e della protezione civile.

Alla base di una scelta, pienamente condivisa dall'Ente Palio, dalle Contrade e dalla 
Corte Ducale, ci sono le difficoltà di garantire il regolare svolgimento di una 
manifestazione particolarmente ricca e complessa, come quella delle corse in piazza 
Ariostea, oltre naturalmente alla volontà di dare un segnale tangibile di vicinanza alle famiglie delle vittime ed a tutti coloro che sono stati comunque coinvolti, pensiamo a chi ha dovuto lasciare la propria abitazione, a quanti hanno visto distrutti capannoni, stalle, fabbricati rurali, a chi in questo momento teme per il proprio posto di lavoro.
Le gravi conseguenze, determinate dal terremoto che ha pesantemente colpito anche la provincia di Ferrara, necessitano infatti di un forte impegno da parte di alcune di 
quelle stesse forze normalmente di supporto al Palio, risorse umane, tecniche ed 
economiche che, in questi momenti, non possono certamente essere sottratte da quei 
territori, dove più forte, ha colpito il sisma.
Slitta dunque l'appuntamento con le corse in piazza Ariostea, previste per domenica 
27 maggio e resta quindi da definire la data in cui la manifestazione potrà svolgersi. 
Da parte loro le Contrade, nell'esprimere vicinanza, solidarietà ed affetto alla 
popolazione colpita, hanno offerto tutta la loro disponibilità per intervenire nei modi 
e nei tempi che, chi ha la regia della articolata macchina degli aiuti, riterrà opportuno. 
La famiglia del Palio ha voluto mettere da parte ogni rivalità per ritrovarsi compatta, 
in questa drammatica situazione, nell'offrire il proprio contributo, dando così prova 
ancora una volta di grande sensibilità e di quell'amore per la vita del territorio e della 
sua gente, che ne contraddistingue l'attività quotidiana.

NOTIZIE