Utilizzando questo sito si accetta l'uso dei cookies per scopi statistici. Maggiori info su
Banner
Text Size
Banner

Ferrara. In albergo o a casa, spacciatori nel mirino delle Fiamme Gialle

 Sono italiani gli spacciatori indagati in questi giorni dalla Guardia di Finanza di Ferrara, si tratta di persone che in passato avevano già avuto problemi con lo spaccio di droga e che poi erano usciti dal giro, ricadendovi di nuovo dopo un po' di tempo.

Solo l’altro giorno, S. M. di anni 49, e’ stato arrestato a Pontelagoscuro dove aveva intrapreso, in un’abitazione, una lucrosa attivita di spaccio dell’eroina. I finanzieri hanno osservato per un po’ il via vai di giovani e meno giovani tossicodipendenti che entravano ed uscivano dall’appartamento per studiare il modo migliore per accedere all’appartamento senza che lui potesse eventualmente avere il tempo di disfarsi della droga nascosta in casa. 

Viene quindi presa la decisione di fare irruzione passando dal garage, sorprendendo S. M. che vi era appena sceso. Nella casa gli uomini della Sezione Mobile del Nucleo di Polizia Tributaria ritrovano, dietro un pensile della cucina, un involucro di cellophane  contenente oltre 10 grammi di eroina “bianca”, di qualità migliore rispetto la  tradizionale “brown sugar”, mentre in un cassetto del soggiorno erano invece custoditi altri 4 grammi di hashish. L’uomo è stato arrestato e portato all’Arginone. 

Ieri invece, gli uomini dell’antidroga delle Fiamme Gialle ferraresi sono giunte a B.G., 64 anni, che da oltre un anno risiedeva in un albergo del pieno centro cittadino dove aveva organizzato un piccolo supermarket della droga. 

C’era un insolito via vai di tossicodipendenti che si dirigevano in quell’albergo del centro storico, davanti al quale sostavano oppure entravano ed uscivano velocemente. Agli stessi finanzieri si erano anche rivolti alcuni abitanti della zona preoccupati per la presenza continua di facce sospette che si aggiravano giorno e notte tra i vicoli con fare non rassicurante. 

Seguendo alcuni tossicodipendenti i finanzieri avevano osservato che, dopo qualche minuto dal loro arrivo, esce frettolosamente dall’albergo B.G., vecchia conoscenza dei finanzieri, che lo avevano già arrestato per spaccio di eroina.

Si allontana di alcuni isolati insieme ai suoi clienti per appartarsi in qualche angolo nascosto del reticolo viario della zona medievale  per vendere, indisturbato, la droga.

Questa attività di spaccio durava ininterrottamente tutta la settimana, giorno e notte, per intensificarsi nei weekend e nei mercoledì sera.

Ieri pomeriggio i finanzieri hanno atteso l’arrivo dell’ennesimo cliente per accedere nella sua stanza d’albergo dalla quale sono saltate fuori 12 dosi di eroina e 10 di cocaina confezionate in sacchetti di cellophane gia’ pronti per lo spaccio. Arrestato, anche B.G. viene cosi’ condotto nuovamente all’Arginone.


Tags

NOTIZIE