Utilizzando questo sito si accetta l'uso dei cookies per scopi statistici. Maggiori info su
Banner
Text Size
Banner

Ferrara. Obiettivo sicurezza, un lungo ponte di lavoro per i Carabinieri

 E’ stato un lungo ponte quello tra il 22 aprile ed il primo maggio, ma di piena attività per i Carabinieri della Compagnia di Ferrara, impegnati su tutti i fronti per la sicurezza dei ferraresi.

I militari del Nucleo Operativo e Radiomobile,  sono intervenuti presso il Centro Commerciale Il Castello dove gli addetti alla vigilanza avevano bloccato un uomo che poco prima si era impossessato con destrezza di una borsa di proprieta’ di una addetta alle vendite. Il malfattore, F. M., ferrarese del 1961, incensurato, e’ stato perquisito ed è stata trovata la pochette asportata poco prima, posta in sequestro. La refurtiva e’ stata poi restituita alla vittima, mentre F.M., e’ stato arrestato per il reato di furto con destrezza e, su disposizione dell’Autorita’ Giudiziaria, rimesso in liberta’ non sussistendo esigenze cautelari. 

Intanto, i militari della Stazione di Ferrara, sono intervenuti presso il supermercato “Coop” di via Modena, dove il personale della sicurezza aveva appena sorpreso e bloccato due individui che poco prima, dopo aver prelevato merce per la pulizia del viso dagli scaffali, avevano oltrepassato le casse senza pagare. Presi in consegna dai militari, sono stati identificati in B. A., classe 1978, e B. M., classe 1974, entrambi cittadini rumeni, in Italia senza fissa dimora, disoccupati e pregiudicati. La refurtiva e’ stata restituita alla vittima mentre i due, a conclusione degli accertamenti sono stati arrestati per furto aggravato e su disposizione dell’Autorita’ Giudiziaria rimessi in liberta’ in assenza di esigenze cautelari. 

Diverse le denunce per guida in stato di ebbrezza durante il lungo ponte del 25 aprile/1 maggio:

- B.R., ferrarese del 1980, sorpreso in via Pomposa alla guida della propria autovettura con tasso alcolemico pari a 0,90 g/l.;

- R.G., ferrarese  del 1983, sorpreso in corso Giovecca alla guida di una autovettura con tasso alcolemico pari a 1 g/l.

- P.L., ferrarese  del 1985, sorpresa in piazzale Kennedy alla guida della propria autovettura con tasso alcolemico pari a 0,85 g/l.;

- L.L., ferrarese del 1980, sorpresa in piazzale kennedy alla guida di una autovettura con tasso alcolemico pari a 1 g/l.

- B.V., russo del 1979, sorpreso in piazzale kennedy alla guida di un’autovettura con tasso alcolemico pari 1,50 g/l.;

- N.E., albanese  del 1993, sorpreso in piazzale kennedy alla guida di un ciclomotore con tasso alcolemico pari a 0,70 g/l.

- G.N., invece, ferrarese  del 1957, a seguito di incidente stradale risultava da referto medico essere alla guida della propria autovettura con tasso alcolemico pari a 2,75 g/l. in questo caso, oltre al ritiro della patente di guida, il veicolo e’ stato posto in sequestro preventivo ai fini della confisca

A tutti gli altri comunque, sono state ritirate le patenti di guida. 

I militari della stazione di Baura hanno controllato in via Pomposa un’autovettura con a bordo una persona extracomunitaria, successivamente identificata in L.K., albanese del 1978, residente a Ferrara, pregiudicato. Dai successivi accertamenti e’ risultato essere colpito da un ordine di espulsione emesso e notificato dalla Questura di Ferrara in data 23.01.2012 e, pertanto, e’ stato denunciato per l’inottemperanza all’ordine medesimo. 

Militari del NOR hanno denunciato  una cittadina rumena V.A.A., classe 1987, disoccupata, pregiudicata, poiche’ a seguito di un controllo effettuato durante un servizio di perlustrazione in arco serale/notturno e’ risultata essere destinataria di foglio di via obbligatorio con divieto di ritorno nel comune di Ferrara per la durata di anni tre, emesso dalla locale Questura in data in ottobre 2011, divieto tra l’altro già più volte violato. 

A seguito della denuncia effettuata dal Nucleo Operativo e Radiomobile a carico di I.M., classe 1968, pregiudicato in regime di liberta’ viglilata, per il reato di porto di armi od oggetti atti ad offendere, (in quell’occasione, circa meta’ marzo, fu anche arrestata un'altra persona che si trovava con lui per aver fatto resistenza ai CC all’atto del controllo) la stazione di Ferrara, in esecuzione di ordine di carcerazione del tribunale di sorveglianza di Bologna, lo ha posto agli arresti. Questo provvedimento infatti ha revocato la misura della liberta’ vigilata cui il soggetto era sottoposto, per aver violato con la condotta quella volta denunciata i relativi obblighi . Ora si trova in carcere in attesa dell’udienza con cui l’A.G. valuterà le circostanze del caso e se sottoporlo a regimi alternativi. 

Ancora, i militari del Nucleo Operativo e Radiomobile, hanno denunciato due cittadini magrebini, O.Y., del 1970, e M.T.,  del 1987, entrambi in Italia senza fissa dimora, disoccupati e pregiudicati, che da un controllo sono risultati entrambi colpiti da ordine di espulsione emessi e notificati dalla locale Questura, uno nell’anno 2007 e l’altro nell’anno 2010. 

I militari della stazione di Ferrara poi, a conclusione di un’attivita’ d’indagine, hanno denunciato S.A., pluripregiudicato del 1974, riconosciuto quale autore del furto consumato qualche tempo addietro all’interno del seminario arcivescovile.

Quella volta il NOR, era intervenuto in  via Fabbri presso la sagrestia del Santuario del Crocefisso di San Luca ove poco prima, una suora aveva notato un individuo sospetto che si aggirava nei locali di sagrestia e canonica. Appena costui si era accorto della presenza della suora, si era dato alla fuga in bicicletta. I successi accertamenti hanno consentito di appurare che lo stesso individuo,  si era anche introdotto poco prima nelle camere dell’adiacente seminario arcivescovile ove aveva asportato un computer portatile e vari effetti personali di proprietà di un seminarista. Le descrizioni fornite quel giorno dalle due vittime, e i successivi riscontri, hanno consentito ai militari di risalire all’identitaà del soggetto, che, pertanto e’ stato denunciato per il furto.


Tags

NOTIZIE