Utilizzando questo sito si accetta l'uso dei cookies per scopi statistici. Maggiori info su
Banner
Text Size
Banner

Oristano Mogoro. Week end di risultati per i Carabinieri

 Nel corso del fine settimana militari della Compagnia Carabinieri di Mogoro hanno deferito in stato di libertà all’Autorità Giudiziaria due persone, e segnalato 
in via amministrativa alla Prefettura di Oristano un’altra per detenzione per uso 
personale di stupefacenti.

La prima denuncia è stata eseguita dai Carabinieri della Stazione di Gonnosnò, 
i quali, a seguito di attività di indagine, hanno deferito in stato di libertà per ingresso abusivo nel fondo altrui, un cinquantatreenne di Baressa, il quale si era introdotto abusivamente nel fondo di proprietà di un allevatore locale, arandolo e coltivandolo senza l’autorizzazione del legittimo proprietario.

Altra denuncia è stata eseguita da militari della Stazione di Ales, i quali hanno deferito all’Autorità Giudiziaria una quarantenne di quel comune per violazione degli obblighi di assistenza familiare. Dalle indagini condotte dai militari infatti era emerso che la stessa, in più occasioni, si era allontanata dalla casa in cui viveva con il marito e i figli per periodi più o meno lunghi, senza preavviso o notizie durante la sua 
assenza.

Ultima attività è stata posta in essere dai militari dell’Aliquota Radiomobile della Compagnia Carabinieri di Mogoro, che hanno segnalato alla Prefettura di Oristano, per detenzione per uso personale di sostanze stupefacenti, uno studente ventiduenne del luogo. L’attività è partita nel corso di un normale servizio di controllo del territorio durante il quale i Carabinieri, dopo aver notato un gruppo di ragazzi, hanno proceduto ad identificarli. Tra questi uno in particolare ha mostrato evidenti segni di agitazione e nervosismo, cosa che ha portato i militari ad approfondire il controllo, eseguendo una perquisizione personale per ricerca di droga, nel corso della quale sono stati rinvenuti, indosso al giovane, 2 involucri di cellophane contenenti marijuana dal peso di 2 grammi circa.

Il ragazzo ha sostenuto che lo stupefacente fosse per uso personale e pertanto, data anche la modica quantità, compatibile con tale uso, hanno proceduto a segnalare in via amministrativa il giovane all’autorità competente, come previsto dalla normativa sugli stupefacenti.

Tags

NOTIZIE