Utilizzando questo sito si accetta l'uso dei cookies per scopi statistici. Maggiori info su
Text Size
Banner
Banner

Prato. Albanesi tecnologici svuotano cambiamonete, arrestati in flagranza

 Erano due volti familiari, quelli di S.A. e L.G., giovani albanesi di 20 e 22 anni, e i titolari del Bar Crudelia li avevano già visti diverse volte intenti a giocare con le videolottery e le slot-machine del bar. Ma, guarda caso, dopo le visite dei due giovani, si scoprivano ammanchi di denaro negli scambiatori automatici di monete.  

Quindi, durante la settimana Santa, vedendoli per l’ennesima volta nelle vicinanze dell’apparecchio, e temendo fosse in atto l’ennesimo furto, i titolari hanno chiamato i Carabinieri. I militari intervenuti hanno colto i due giovani nella flagranza del furto, operato tramite un ingegnoso congegno elettronico, di evidente fattura artigianale, composto da 5 batterie da 9 volts collegate in serie che, alimentando un telecomando, permetteva loro di mandare un impulso allo scambiatore tramite una sorta di antenna composta da un filo di rame avvolto a spirale: 
l’impulso inviato mandava in shock la centralina dell’apparecchio che erogava le monete senza che venissero effettivamente inserite le banconote da cambiare. 
 
Il congegno, grazie alla lunghezza del filo, permetteva l’occultamento del pacco batterie sulla persona e poi, sfruttando appunto il lungo filo, il telecomando veniva fatto passare attraverso la manica degli indumenti indossati. L’operazione, ripetuta più volte, si sarebbe esaurita solo al totale svuotamento dello scambiatore. 
I due astuti ladri sono stati arrestati e trattenuti la notte presso le camere di sicurezza del Comando Provinciale, tuttora sono agli arresti domiciliari. 
Sono in atto indagini, da parte del NORM di Pistoia, per localizzare e reprimere eventuali casi simili. 

Tags

NOTIZIE