Utilizzando questo sito si accetta l'uso dei cookies per scopi statistici. Maggiori info su
Banner
Text Size
Banner

Ferrara. I primi 50 anni del Soroptimist Club Ferrarese

 

 

 

 

Ferrara. I primi 50 anni del Soroptimist Club Ferrarese  (Montaggio di Elisa Mazzoni)

 Nel corso del 2012 il Soroptimist Club di Ferrara compirà i suoi primi 50 anni. Il Soroptimist International è un Club di service, diffuso in tutto il mondo, finalizzato alla promozione e alla valorizzazione del ruolo delle donne nella società e nelle professioni, e al loro contributo alla difesa dei diritti umani universali. Alla fondazione del Club di Ferrara, nel lontano 1962, concorsero alcune tra le donne più meritevoli per impegno e passione civile e intellettuale in città. In questi 50 anni il Club ha lavorato per onorare le finalità del sodalizio con la massima determinazione, annoverando fra le proprie socie donne valorose e tenaci che hanno segnato la loro epoca e la storia della nostra città. Fra loro Adolfina Melloni, storica Preside della Scuola “T. Tasso”, combattiva consigliera comunale in un’epoca in cui la presenza femminile in quel consesso era scarsissima, e Marielena Cariani, insegnante di profondissima cultura e di capacità didattica e comunicativa davvero fuori dell’ordinario, instancabile promotrice di iniziative culturali di grande rilievo, che avevano il pregio di non scordarsi di segmenti sociali e anagrafici “deboli”. Per tali ragioni si intende, al tempo stesso, riconoscere e conferire a questo anniversario la funzione di osservatorio privilegiato sulle vicende degli ultimi decenni a Ferrara. In quest’ottica, anche la storia dei primi 50 anni del Club ferrarese, frutto di una paziente e competente ricerca di alcune socie e pubblicata per l’occasione, costituisce un importante e inedito contributo alla ricostruzione della recente memoria della città e delle vicende dell’associazionismo femminile nel nostro Paese. 

Il Soroptimist Club di Ferrara intende festeggiare questa ricorrenza con una serie di iniziative di rilievo nei giorni 14 e 15 aprile. L’incontro pubblico della mattinata di sabato 14 aprile, presso Palazzo Costabili, offre l’occasione di una riflessione sul senso di un impegno cinquantennale innervato nel tessuto culturale e sociale cittadino. L’appuntamento musicale del pomeriggio, presso il Teatro Comunale, prevede, fra l’altro, la prima esecuzione in Italia del Concerto in re maggiore, op. 26, per violino e orchestra di Emanno Wolf Ferrari, con la violinista Laura Marzadori, già vincitrice, giovanissima, del Premio Nazionale Soroptimist per la Musica, e l’Orchestra Città di Ferrara. L’introduzione di Alberto Cantù, autore del volume Ermanno Wolf Ferrari: la Musica, la Grazia, il Silenzio, fornisce l’opportunità straordinaria di far luce su un autore di vaglia ancora tutto da scoprire nel nostro Paese. I biglietti di ingresso sono in vendita presso la biglietteria del Teatro. 

In questa ricorrenza il Soroptimist Club intende anche tributare un omaggio a Michelangelo Antonioni nell’anno a lui dedicato. Nella mattinata di domenica 15, la socia Chiara Toschi Cavaliere, past-president del Club e storica dell’arte, guiderà le ospiti dei club italiani e stranieri presenti in un originale percorso cittadino sul tema Ferrara: un set cinematografico d’eccezione.


Tags

NOTIZIE