Utilizzando questo sito si accetta l'uso dei cookies per scopi statistici. Maggiori info su
Banner
Text Size
Banner

Reggio Emilia Correggio. Progetto IMOSMID: a Correggio consegnate le auto elettriche

 Ha preso il via venerdì 2 dicembre la fase di test del car pooling prevista a Correggio dal progetto IMOSMID. Per ora sono quattro, oltre al Comune di Correggio, le aziende che hanno ricevuto l’auto elettrica da mettere a disposizione dei dipendenti per il tragitto casa-lavoro: Pibiplast, Dow Italia, Rexnord e G.F. E altre cinque - Negroni, Spal, Corghi, Bettsistemi e CGM - hanno aderito all’iniziativa e riceveranno l’auto quando, finita la fase test, saranno consegnati gli ulteriori mezzi previsti dal progetto. Tutte le nove imprese che sostengono l’iniziativa si sono impegnate a promuovere la mobilità sostenibile presso i lavoratori e a realizzare parcheggi e punti di ricarica delle auto nell’ambito dei propri spazi aziendali. Con queste stesse aziende il Comune di Correggio sottoscriverà il Patto per la mobilità sostenibile del distretto che prevede incentivi per ogni singola azienda a seconda del numero di autovetture elettriche utilizzate dai dipendenti e dall’azienda stessa.

“Condividere l’auto per andare al lavoro”, ha illustrato durante la cerimonia di consegna Raoul Saccorotti, consulente di progetto, “e contribuire così a ridurre il traffico cittadino e a migliorare la qualità dell’aria nel proprio territorio, trasformando al contempo un atto quotidiano in un’occasione di socialità: sono questi i principali obiettivi di IMOSMID, un progetto finanziato nell’ambito del programma europeo LIFE+, dedicato a promuovere il car pooling, la condivisione dell’auto, a Correggio, in provincia di Reggio Emilia, per la mobilità da e per le aree industriali. Il progetto prevede la messa a disposizione di un parco di venticinque veicoli elettrici che, a rotazione, i lavoratori del distretto industriale potranno utilizzare per andare al lavoro insieme. Una facilitazione per sperimentare i vantaggi del car pooling e continuare poi a farlo con la propria auto, innescando un processo positivo in grado di continuare nel tempo”.

L’iniziativa coinvolge i lavoratori e le imprese di Correggio e si avvale del supporto della locale azienda municipale per la produzione di energia elettrica da fonti rinnovabili, che fornirà il “carburante verde” per le auto elettriche di IMOSMID.

“Il progetto prevede anche la costituzione di un Ufficio Mobility Management per la gestione del car pooling e la promozione di nuovi servizi di mobilità sostenibile capaci di integrarsi con quelli già esistenti”, ha spiegato Stefano Morlini, ufficio Ricerca e Sviluppo Tecnologie per la Mobilità di ACT. “In particolare stiamo pensando a un potenziamento del servizio bus Quirino e delle linee extraurbane, mettendole a disposizione della zona industriale. L’ufficio, che sarà fisicamente collocato in Comune a Correggio e si avvarrà di uno specifico software on line, gestirà anche le pratiche di car sarin, mettendo in contatto le persone che si rendono disponibili a dare passaggi ad altri lavoratori, secondo le varie esigenze di orari, di percorsi e di interessi”.

“Solo con l’avvio di questa sperimentazione”, conclude il sindaco di Correggio, Marzio Iotti, “saremo in grado di capire come può funzionare al meglio questa modalità di trasporto collettivo. Augurandoci, naturalmente, che vedendo effettivamente in funzione questi mezzi anche altri lavoratori e imprese possano interessarsi sempre più. I vantaggi del car pooling sono riduzione dell’inquinamento atmosferico, meno traffico e di conseguenza una riduzione dei tempi di trasporto e le imprese che aderiscono all’iniziativa dimostrano responsabilità sociale rispetto al territorio in cui hanno sede, agevolano i trasferimenti dei lavoratori e contribuiscono a ridurre lo spazio occupato per la sosta nei parcheggi aziendali che può quindi essere destinato ad altri usi.

Il Comune di Correggio, infine sta approntando specifici posti auto, nei parcheggi, dotati di colonnine adeguate per ricaricare le auto: saranno probabilmente contrassegnati di verde e permetteranno le ricariche anche durante i giorni festivi. Anche EVA, la centrale di Encor che produce energia da fonti rinnovabili, metterà a disposizione, la settimana prossima, degli allacci speciali, posizionati sul cancello esterno della ditta, da poter utilizzare anche a uffici chiusi.

I partner di IMOSMID sono Provincia di Reggio Emilia, Regione Emilia-Romagna, Agenzia Locale per la Mobilità, En.Cor Srl, Comune di Correggio e Diputaciò Barcelona.


NOTIZIE