Utilizzando questo sito si accetta l'uso dei cookies per scopi statistici. Maggiori info su
Text Size
Banner
Banner

Ferrara. In manette altri spacciatori della zona del grattacielo

 La settimana scorsa, davanti alla stazione ferroviaria, gli Agenti della Squadra Mobile, mentre stavano arrestando uno spacciatore pachistano avevano visto due uomini che si allontanavano con fare sospetto. 

Viene così deciso di controllarli durante altri servizi mirati nella c.d. zona “del Grattacielo”, riuscendo ad identificarli in A. M. 33enne e R. A. 45enne entrambi pachistani, uno irregolare e l’altro censito e già condannato precedentemente per affari di droga. 

Dalla successiva perquisizione domiciliare effettuata il 28 marzo nella abitazione dei due uomini a Santa Maria Maddalena (RO), vengono ritrovati nella cantina circa 860 grammi di eroina pura del tipo “brown sugar” che, una volta tagliata e messa sul mercato avrebbe fruttato circa la somma di 100.000 euro. 

Nell’abitazione viene ritrovato anche un bilancino di precisione e delle buste tagliuzzate palesemente utilizzate per confezionare le singole “dosi”, togliendo ogni dubbio sull’utilizzo della droga trovata. 

Come fa notare il Dr. Andrea Crucianelli, commissario capo della Squadra Mobile, non si può escludere che, viste le quantità ritrovate, questi fossero i fornitori da cui comprave il pakistano arrestato venerdì 23 marzo scorso.

I due sono stati così arrestati per detenzione ai fini di spaccio 

E’ già il terzo arresto di pachistani spacciatori a Ferrara nel lasso di tempo di una settimana, fenomeno non comune che apre gli occhi su una comunità che finora non era considerata inserita nel traffico di stupefacenti gravitante in città.


Tags

NOTIZIE