Utilizzando questo sito si accetta l'uso dei cookies per scopi statistici. Maggiori info su
Text Size
Banner
Banner

Ferrara. Accompagnava la compagna al "lavoro": arrestato per favoreggiamento della prostituzione

 Lui, classe 1964, residente a Ferrara, censito; lei del 1986, pure censita, disoccupata e convivente.

Sono entrambi rumeni ed oltre a condividere lo stesso tetto, si favoreggiano in “particolari vizietti”

 L’attenzione su di loro inizia ancora nel maggio scorso, da parte dei Carabinieri di Pontelagoscuro.

Quella volta, il rumeno con la compagna erano andati a casa di una connazionale e, approfittando dell’assenza del marito, l’uomo ha cercato di indurla a prostituirsi per lui.

Avuto un deciso rifiuto, ha quindi tentato di abusare di lei con violenza, mentre la compagna faceva “da palo”.

 La vittima e il marito si rivolsero ai Carabinieri che raccolsero la denuncia e monitorarono i  movimenti dei sospettati. Raccolti sufficienti elementi li deferirono per violenza sessuale in concorso e favoreggiamento della prostituzione, in quanto avevano visto che lui la accompagnava con la propria autovettura, una Fiat Punto bianca,  in zona stazione/via San Giacomo, presso i luoghi di meretricio, rimanendo poi nei pressi per sorvegliarla. In quella occasione i Carabinieri di Pontelagoscuro non erano però  riusciti ad intervenire in flagranza.

Da allora, dopo un primo periodo di calma, i due hanno ricominciato i loro traffici.

Venerdi scorso, a conclusione di una mirata attivita’ investigativa, con specifici servizi di osservazione, controllo e pedinamento, e’ scattata l’operazione del NORM di Ferrara: in serata, appurato che lui aveva accompagnato lei e che lei, ancora una volta e senza ombra di dubbio si prostituiva, sono stati fermati entrambi.

 All’atto del controllo, a seguito della perquisizione effettuata sulla Punto, posta in sequestro in quanto strumento utilizzato per commettere il reato, vengono rinvenuti oggetti atti ad offendere quali un tubo in metallo, un coltello a serramanico ed un martello, anch’essi posti in sequestro, e per il cui porto il rumeno viene deferito.

 Le loro dichiarazioni in fase di interrogatorio non sono servite ad alleggerire la posizione di lui, arrestato per favoreggiamento e sfruttamento della prostituzione; gli ottimi riscontri frutto delle indagini dei Carabinieri di Ferrara e di Pontelagoscuro inducono il P.M., informato dell’arresto e dei precedenti da cui e’ maturato, a disporre l’immediata traduzione in carcere, con la diretta emissione della misura cautelare. 


Tags

NOTIZIE