Utilizzando questo sito si accetta l'uso dei cookies per scopi statistici. Maggiori info su
Banner
Text Size
Banner

Società: Pesca, nuovo regolamento mette a rischio gli spaghetti con le telline

  

Per gli spaghetti e la bruschetta con le telline, simboli golosi della tradizione ittica del made in Italy, si dovrà presto ricorrere a metodi di pesca diversi dagli attuali; una delle norme contenute nel Regolamento comunitario del Mediterraneo nel settore della pesca, che entrerà in vigore il primo giugno, infatti, vieta la pesca con le draghe fino a 0,3 miglia dalle coste. E le telline, appunto, vengono catturate con questo attrezzo sotto costa ad appena 20 metri dal litorale, una distanza molto inferiore a quella che sarà consentita a fine maggio.

Stesso discorso vale anche per il cannolicchio, pescato a circa 100 metri dalla costa e per la vongola, quella non allevata, pescata a pochi metri più a largo. In Italia la regione più colpita dal nuovo regolamento è sicuramente il Lazio, che detiene la leadership per la produzione delle telline, seguito a distanza da Puglia e Campania. Basti pensare che il 10% della flotta laziale è attiva nella molluschicoltura con draghe e rastrelli, per un totale di 70 piccole imbarcazioni che catturano in media ogni giorno circa 40-50 chili per 11 mesi l'anno, escluso aprile.

Ed è proprio la tellina del litorale romano ad essere diventata il primo presidio ittico di Slow Food nel Lazio, riconoscimento che nasce per sostenere piccole produzioni di eccellenza che rischiano di scomparire, valorizzando il territorio e recuperando mestieri di lavorazione tradizionali. Rinomata fin dai tempi romani, grazie alla qualità e alla finezza della sabbia, la tellina della zona che va da Passoscuro a Capo d'Anzio, è molto ricercata, essendo un bivalve più delicato di altri molluschi, dal gusto inconfondibile, tanto che va condita poco per rispettarne le qualità organolettiche.

Il nuovo regolamento produce un danno economico per l’uomo, ma anche un vantaggio di ampio respiro per l’ambiente marino sottocostiero.

Fonte: Ansa 02 mag. 2010   Foto: reperita in rete


Tags

NOTIZIE