Utilizzando questo sito si accetta l'uso dei cookies per scopi statistici. Maggiori info su
Banner
Text Size
Banner

Ferrara Mostra “Fantasia Materica di Sandra Boccafogli” allo Zen Room&Breakfast 27 marzo/15 maggio 2011

 Lo Zen Room&Breakfast di Ferrara, in via Della Luna 34,  trasforma il proprio spazio, ospitando l'arte.

 

L’ open space, familiare e di stile, abitualmente dedicato agli ospiti della struttura, veste per l'occasione i suoi muri, questa volta, di “materica”.

Da qui il nome, di una nuova concezione:  Zen Creative Box.

L'arte esposta è un'alchimia di pittura e materia: colori spessi, spatolati, oggetti di uso comune, talvolta legati alla storia dell'artista.

Lo Zen ha inaugurato Domenica 27 Marzo la prima mostra: “Fantasia Materica di Sandra Boccafogli” visibile fino al 15 maggio .

Le porte dello Zen si sono aperte alle ore 15.00, accogliendo i visitatori con un Buffet, di dolci , salati stuzzichini & beverages, particolari di allestimento e una collaborazione d'eccellenza: Chocolat Ferrara.

L'artista, Sandra Boccafogli, ferrarese, espone  dunque dieci opere, in cui si racconta.

Brillano i quadri dell'amata Audrey Hepburn, icona di eleganza e stile. Un amore nato sin dall'adolescenza,  maturato negli anni in una consapevole ammirazione per l'assoluta originalità dell'attrice: simbolo di femminilità non oggetto, dovuto alla sua forte personalità.

Una selezione di rari scatti in backstage e di repertorio, da “Sabrina” e dal celebre film “Colazione da Tiffany”; da quest'ultimo, l'unica opera in bianco nero, l'immagine dell'evento.

Particolari glamour abbracciano l'attrice: bottoni colorati e di varie dimensioni, ritagli di stoffa, perline, accessori di femminilità.

L'attenzione si sofferma nei quadri che rivelano particolari della vita dell'artista. Di grande impatto emozionale l'opera “Un sogno di bambina”, espressione viva dell'immaginario infantile.

Colpiscono due vestitini della “Barbie anni Settanta” incollati alla coloratissima tela. L'ispirazione nasce proprio dall'abitino bianco da ballerina, per ogni bambina, simbolo da sempre, di magia e bellezza.

L'idea continua nelle ultime tre tele, un contrasto di luce ed ombre: la gioia e la spensieratezza dell'infanzia, tradite dalla cruda realtà.

Durante l'inaugurazione, Sandra,  ha illustrato con cura le sfumature dei quadri ai numerosi ospiti; Vanessa ha accolto i visitatori, gestendo con stile la regia dell'intero evento.


Tags

Arte Cultura e Spettacolo