Utilizzando questo sito si accetta l'uso dei cookies per scopi statistici. Maggiori info su
Banner
Text Size
Banner

Ferrara. Continuano i controlli in zona grattacielo, un'altro arresto

 Era in compagnia del tunisino del 1986, trovato qualche giorno fa con 19 dosi di droga nelle mutande dai Carabinieri di Ferrara.

E’ un suo connazionale, classe 1988, che però, in quell’occasione sembrava essere “estraneo”: non aveva partecipato all’attività incriminata e non aveva addosso niente. Era “pulito”.

Ma i militari del NORM l’hanno tenuto d’occhio per i giorni successivi. Lo scorso 3 gennaio, nel primo pomeriggio, hanno effettuato un servizio di osservazione nella zona di via Ticchioni: il soggetto è stato visto in compagnia di altre due persone. All’incrocio con via Cassoli il gruppetto si divide e il nostro, prosegue fino a piazzetta Toti/via Nazario Sauro, dove c’è un piccolo parco giochi. Raggiunto un albero si china rovistando alla sua base, dove c’era un incavo fra le radici, e poi si allontana.

Bloccato dagli operanti, che lo hanno riconosciuto senza dubbio in B. J. M., appunto il compare dell’arrestato nell’episodio precedente: addosso anche stavolta non aveva nulla, ma nell’incavo dell’albero presso cui si era chinato, veniva rinvenuta, ricoperta da foglie secche, una scatola di caramelle con all’interno 12 dosi di eroina per circa 7 grammi in totale. Come al solito aveva un cellulare, usato sicuramente per i contatti con i clienti, e quindi sottoposto a sequestro anch’esso.

Al termine degli accertamenti, e avvisato il PM di turno, dott. Savino, è stato dichiarato in arresto e trattenuto presso le camere di sicurezza del comando di via Carmine della Sala

Il giorno successivo è avvenuta la convalida e il giudizio direttissimo, nel corso del quale il tunisino è stato condannato a due anni e 4000 € e infine, tradotto in carcere.


Tags

NOTIZIE