Utilizzando questo sito si accetta l'uso dei cookies per scopi statistici. Maggiori info su
Text Size
Banner
Banner

Pistoia Pescia. Lesioni personali: due liti finite all'ospedale, massima l'allerta dei Carabinieri

 A Montecatini Terme, nella mattinata dell’ultimo dell’anno, i Carabinieri della

Stazione di Pescia, hanno fermato ed arrestato un romeno di 19 anni residente

in città, N.N.I., a seguito di una ordinanza di custodia cautelare emessa dal GIP

del Tribunale di Pistoia. Il romeno era indagato del reato di lesioni personali

aggravate e possesso ingiustificato di una catena in ferro con la quale il 24

ottobre scorso aveva aggredito e picchiato un connazionale di 38 anni,

provocandogli lesioni al volto giudicate guaribili  in trenta giorni dai sanitari

dell’ospedale di Pescia.

Il Giudice per le indagini preliminari del Tribunale di Pistoia, concordando con

le indagini dei Carabinieri, ha quindi emesso l’ordinanza di custodia cautelare

nei confronti dell’aggressore, che ora si trova in regime di arresti domiciliari.

 

Sempre a Pescia, i Carabinieri del Norm della Compagnia di Montecatini

Terme, hanno denunciato in stato di libertà alla Procura della Repubblica di

Pistoia, un romeno di 39 anni, pregiudicato, in quanto ritenuto responsabile del

reato di lesioni personali aggravate nei confronti  della propria convivente.

L’uomo in evidente stato di ebbrezza alcolica, a seguito di un litigio per futili

motivi, ha percosso ripetutamente la compagna e per ultimo l’ha colpita con un

coltello provocandole lesioni e tagli superficiali. La donna è stata quindi

condotta all’ospedale di Pescia ove i sanitari l’hanno giudicata guaribile con

una prognosi di sette giorni. 


Tags

NOTIZIE