Utilizzando questo sito si accetta l'uso dei cookies per scopi statistici. Maggiori info su
Text Size
Banner
Banner

Ferrara. Rifiuti pericolosi: fermato carico di 1000 batterie esauste

 Alcuni giorni fa,  durante il controllo di un autoarticolato con targa rumena, i Carabinieri si accorgono di una  fuoriuscita di liquido dal lato destro del mezzo pesante.

Insospettiti,  procedono quindi all’ispezione del carico constatando che all’interno del rimorchio c'era una vera e propria distesa di circa 1000 batterie esauste di varie marche e alcuni pneumatici usati.

Ne l'autista, ne il passeggero, entrambi cittadini rumeni, erano in grado di fornire alcuna spiegazione del carico trasportato asserendo di essere diretti in Romania e, per tale motivo, oltre che per cercare di capire la provenienza di così tanti rifiuti speciali e, soprattutto, per trovare un luogo idoneo al loro stoccaggio, i due vengono accompagnati in caserma in via del Campo.

A seguito della verifica del contenuto e dei documenti di trasporto, i due trasportatori rumeni, R.M.F. (classe 1982) e N.I.C. (classe 1978), entrambi residenti in Romania ma senza fissa dimora in Italia, venivano denunciati in stato di liberta’ per avere trasportato rifiuti pericolosi senza la prescritta autorizzazione, reato commesso in concorso tra loro.

Come previsto dal successivo art.259 del medesimo decrerto, è stato sequestrato tutto il

 carico pericoloso al fine di garantirne un idoneo stoccaggio ed il mezzo, che tutt’ora e’ sottoposto a sequestro al fine di procederne alla definitiva confisca.

Le batterie, tutte al piombo, erano in stato di assoluto deterioramento con perdita degli acidi contenuti. Il trasporto stava avvenendo, ovviamente, senza alcun tipo di cautela e prevenzione.

Il Tir, diretto in Romania al momento del fermo, e’ risultato essere intestato ad una ditta rumena che, raggiunta tramite l’intervento dell’Interpol, ha escluso ogni propria responsabilita’ in merito, asserendo di non potere essere a conoscenza di quanto i propri dipendenti caricano effettivamente in Italia.

Le immediate indagini, svolte in un paio di giorni dal Nucleo Operativo e Radiomobile di Ferrara, hanno poi consentito di risalire a un carrozziere e ad un agricoltore italiani che, verosimilmente, avrebbero avuto qualche ruolo nel ciclo dei passaggi di tali rifiuti.

Da questi, si e’ potuto pervenire all’identificazione di altri due cittadini rumeni, I.I. (classe 1964) e T.G.I. (classe 1991), questa volta regolarmente residenti in Italia, a Copparo, ai quali, a seguito degli accertamenti effettuati, viene contestato il reato di attivita’ di raccolta, recupero ed organizzazione di un traporto di rifiuti pericolosi in assenza delle dovute autorizzazioni.

I rifiuti pericolosi sono stati definitivamente smaltiti appositamente da una ditta intervenuta. Si trattava di 250 quintali di batterie esauste. L’autoarticolato e’ sottoposto ancora a sequestro penale al fine di confiscarlo.

Le posizioni dei cittadini rumeni indagati e di altri eventuali responsabili, sono al vaglio degli investigatori. Le indagini difatti proseguono al fine di verificare l’eventuale esistenza di una vera e propria associazione a delinquere volta al traffico di rifiuti speciali. In un periodo nel quale forte e’ la sensibilita’ in materia, quanto mai importante, sarebbe riuscire ad identificare ed eventualmente stroncare un simile traffico.

Secondo le conoscenze dei Carabinieri, le batterie al piombo, trasportate in Romania, vengono sottoposte a particolari procedimenti chimici tramite i quali e’ possibile estrarne il piombo contenuto. Piombo che, se rivenduto, ha un valore superiore alla batteria stessa.

Quello che avviene solitamente con il rame, oggi avviene anche con il piombo.

Le indagini sono volte anche a verificare recenti episodi di furti di batterie esauste avvenuti proprio in questa provincia ed in quelle limitrofe per ricostruire i percorsi, i luoghi di stoccaggio improvvisati e le responsabilita’ di chi partecipa a tali attivita’.

Proprio per questo i Carabinieri chiedono a tutti i cittadini di riferire qualsiasi informazione che possa apparire di interesse.


Tags

NOTIZIE