Utilizzando questo sito si accetta l'uso dei cookies per scopi statistici. Maggiori info su
Text Size
Banner
Banner

Teramo. Presentato il calendario “Roseto… Notturna”

  Calendario “Roseto… Notturna”
Lo scorso anno il tema del calendario fu quello di “Roseto… com’era”, e mostrava scorci della città delle rose che oggi non ci sono più. Quest’anno la coppia di collezionisti rosetani formata da Emidio D’Ilario (presidente circolo filatelico rosetano) e dal giornalista Luciano di Giulio, hanno selezionato tra le immagini del loro sterminato archivio cartaceo ed hanno scelto tantissime vedute su cartolina di una Roseto degli Abruzzi, vista di notte. Le immagini sono state poi proposte in visione a Cristian, Patrizio e Riccardo titolari della Tipolitografia Rosetana, sponsor dell’iniziativa, che hanno scelto 12 cartoline che sono diventate ciascuna testimonial di un mese del 2012. Un calendario che mostra per la prima volta una Roseto di notte, da qui il nome “Roseto… Notturna” che figura sovrimpresso sulle immagini. Le vedute selezionate sono quelle della “pineta”, di una “via nazionale” vista da nord, e una “via nazionale” vista da sud, di un “lungomare” centrale, dell’indimenticabile dancing “asso di cuori”, ma anche un paio dedicati alla “marineria” e uno scorcio con “due casotti” in legno sulla spiaggia. I curatori del progetto poi hanno voluto inserire anche un hotel fotografato di notte (ndr oggi non più in funzione) e precisamente l’hotel “imperiale”, anche due immagini notturne di stabilimenti balneari fanno parte del calendario, il “lido mirella” e una rara immagine del lido “la lucciola”. Completano le dodici immagini due fontane anch’esse scomparse, quella chiamata del “cubo” una volta posizionata in piazza della libertà, e la fontana “celommi” per alcuni anni sistemata nel lungomare centrale di fronte alla pineta e vicino al lido La Lucciola. Una pagina “extra” del calendario è stata riservata ad una fotografia che mostra un dipinto realizzato dal maestro Giorgio Mattioli che riproduce la nuova sede della Tipolitografia Rosetana nella zona industriale. L’artista ha spiegato di aver voluto fare un omaggio pittorico alla tipografia che ha spesso incrociato la sua vita artistica, fornendo materiali e consigli su carte e impaginazioni grafiche utili ai suoi lavori. L’occasione di inserire, nel calendario, la foto del dipinto che Mattioli ha omaggiato ai tre titolari è stata consigliata dai collezionisti D’Ilario e Di Giulio, quando hanno colto al volo l’idea di poter mostrare in anteprima un dipinto che in modo unico e artistico “reclamizza” la Tipolitografia Rosetana. Idea subito accolta da Cristian, Patrizio e Riccardo che hanno approvato il calendario 2012 quest’anno con una pagina in più. 

Anastasia Di Gulio


Tags

NOTIZIE