Utilizzando questo sito si accetta l'uso dei cookies per scopi statistici. Maggiori info su
Banner
Text Size
Banner

Ferrara. Fuggono e resistono violentemente ai Carabinieri, arrestati due giovani tunisini

 Alle 03.40 di stanotte, personale del NOR dei Carabinieri di Ferrara, durante un servizio di controllo, nel transitare in via Porta Reno, ha visto due giovani nascondersi dietro le colonne di un porticato alla loro vista.

Insospettiti da quell’atteggiamento, i militari scendono dall’auto per procedere alla loro identificazione.

A quel punto i due ragazzi si danno alla fuga, dividendosi e prendendo diverse direzioni.

La  pattuglia intervenuta dava allora la direzione di fuga di uno all’altra macchina impegnata nel servizio notturno mentre rincorrevano a piedi l’altro, bloccandolo in via Baluardi; il secondo è stato individuato e fermato in Piazzetta del travaglio.

Entrambi, al momento del fermo, opponevano attiva resistenza fisica, sferrando calci e pugni agli operanti: un militare della prima auto riportava una distorsione  nella mano destra, immobilizzata da tutore e dovra’ essere sottoposto a visita ortopedica, mentre uno dei componenti l’altro equipaggio sopraggiunto in Piazzetta travaglio, ha subito una  distorsione al polso sinistro ed una  contusione al ginocchio destro con prognosi di sei giorni.  

Tratti in arresto e condotti in caserma per le formalita’ di rito, i due, con numerosi precedenti penali a carico, venivano trasferiti presso la locale casa circondariale a disposizione del magistrato non prima di essere visitati da personale del 118 che ne constatava anche lo stato di ubriachezza manifesta.

Dovranno rispondere dei reati di resistenza, oltraggio, lesioni e minaccia a pubblico ufficiale, nonche’ del rifiuto di fornire la proprie generalita’.

La fuga era motivata dal fatto che uno dei due e’ sottoposto a regime di sorveglianza speciale di pubblica sicurezza, con divieto di uscire da casa nelle ore notturne. Questa misura di prevenzione si caratterizza proprio per l’obiettivo di evitare che soggetti gia’ responsabili di taluni reati ed in talune fasce orarie, possano ricommetterli. A suo carico quindi anche la violazione di tali prescrizioni stabilite dal giudice.


NOTIZIE