Utilizzando questo sito si accetta l'uso dei cookies per scopi statistici. Maggiori info su
Text Size
Banner
Banner

Ferrara Al via la rotonda dal casello Ferrara Nord

 Sono stati consegnati all’impresa esecutrice lunedì 17 ottobre i lavori di realizzazione di una nuova rotatoria in via Eridano all’intersezione con il casello dell’autostrada A13 Ferrara Nord e la strada di accesso all’area Sipro.
I lavori, della durata prevista di 240 giorni, potranno comportare rallentamenti del traffico, che saranno preventivamente comunicati durante le varie fasi di realizzazione dell’opera.

L’intervento ha la finalità di mettere in sicurezza il raccordo stradale di via Eridano con l’immissione al casello autostradale A13 Ferrara Nord e la strada di penetrazione alla nuova zona produttiva Sipro. Si intende quindi adeguare un complesso di intersezioni a raso regolate da semplice stop o diritto di precedenza con una sola tipologia a rotatoria, ridisegnando un importante snodo in cui confluisce un intenso flusso di traffico veloce in uscita dall’autostrada e un’importante arteria di collegamento con la città.
Saranno eseguiti prevalentemente lavori stradali consistenti nella creazione di rilevati per realizzare la nuova rotatoria e parte dei bracci d’innesto con la viabilità esistente; si definirà una rotatoria a quattro bracci a precedenza interna.
L’intervento comporterà la realizzazione di opere di sistemazione idraulica, utilizzando fossi di scolo e manufatti stradali per lo smaltimento delle acque meteoriche.
A servizio della nuova rotatoria verrà realizzato un nuovo impianto di pubblica illuminazione con l’inserimento di pali sia lungo la banchina esterna alla rotatoria sia ai lati delle strade che vi si immettono e nei punti di innesto.

L’Impresa aggiudicataria dei lavori è A.t.i. fra Ditta Tridello Genni di Lendinara (RO) e Padovani srl di Lendinara (RO).
La direzione lavori verrà seguita da progettista esterno, Ing. Lorenzo Travagli dello studio Hi-Tech Project, sotto la supervisione dei tecnici comunali.
L’importo complessivo dell’opera è di un milione di euro, finanziato con fondi regionali (400mila), provinciali (300mila) e comunali (300mila).


Tags

NOTIZIE