Utilizzando questo sito si accetta l'uso dei cookies per scopi statistici. Maggiori info su
Text Size
Banner
Banner

Bologna: Arena del Sole In prima nazionale: Stanze. Il silenzio abitato delle case, scritto da Marcello Fois

Dim lights

In prima nazionale la nuova produzione di Nuova Scena – Teatro Stabile di Bologna

Stanze. Il silenzio abitato delle case, scritto da Marcello Fois,

regia di Marinella Manicardi, interprete insieme ad Alessandra Frabetti e Marina Pitta

Mercoledì 7 aprile, alle ore 21.15, al Teatro delle Moline, va in scena in prima nazionale la nuova produzione di Nuova Scena – Teatro Stabile di Bologna Stanze. sottotitolo Il silenzio abitato delle case, di Marcello Fois, regia di Marinella Manicardi, con Alessandra Frabetti, Marinella Manicardi, Marina Pitta, scene e costumi di Davide Amadei, luci di Paolo Mazzi, composizione sonora di Mustafa MuCe Cengic, regista assistente Emiliano Bulgaria.

Repliche fino al 29 aprile – ore 21.15, domenica ore 17, lunedì riposo

Dall’8 all’11 aprile in Sala Grande L’Arca di Noè. La nuova fine dell’Europa, uno spettacolo di Janusz Wisniewski

Prima nazionale al Teatro delle Moline della nuova produzione del Teatro Stabile di Bologna Stanze. Il silenzio abitato delle case, scritto da Marcello Fois per la regia di Marinella Manicardi, protagonista insieme a Alessandra Frabetti e Marina Pitta.

 

 

 

Due sorelle gemelle, una organizzatrice di eventi, l’altra eterna ricercatrice universitaria, si incontrano nella casa dove è morto il padre, allontanatosi dalla loro vita quando erano ancora bambine. Un padre dunque assente, eppure interrogato, insultato, invocato, che ha vissuto molti anni in quel piccolo spazio, ora quasi vuoto di oggetti, ma ingombro della sua presenza. Contro di lui, le sorelle vogliono disfarsi velocemente della piccola casa, composta da soggiorno, bagno e camera da letto, quasi a cancellare il dolore dell’abbandono subito, ma anche appropriarsene velocemente, per la stessa ragione. L’apparizione di una vicina, che sembra conoscere molto bene la casa e chi la abitava, dilata ogni decisione…

 

 

La collaborazione tra Marcello Fois e Marinella Manicardi è nata nel 1992, quando l’attrice scelse un suo racconto sulla strage alla Stazione di Bologna, per poi arrivare a Cerimonia, con la regia di Luigi Gozzi. Stanze nasce ora dalla complicità con le tre attrici.

«Questo lavoro mi è stato commissionato – afferma Marcello Fois – ma contrariamente a quanto accade a molti, a me piacciono i lavori su commissione, perché mi impongono dei limiti».

La scrittura di Fois affonda senza timori nel tragico, «nelle motivazioni che ciascuna delle protagoniste – scrive Marinella Manicardi nelle note di regia – mette in campo. Le figlie, entrate in quella casa, regrediscono a un’infanzia in cui sperano di colmare il vuoto dell’abbandono, la vicina interpretando le ragioni del padre ne difende le scelte irrinunciabili, ma è la mancanza del padre che scatena rappresentazioni sostitutive, psicodrammi famigliari, un teatro degli affetti che continua a travolgerci nonostante le avvertenze tutta la nostra cinica ragione».

Stanze nasce dal desiderio di affrontare il tema del lutto per “cercare di capire”, ma non è uno spettacolo “luttouso”, ha puntualizzato Fois. Tema centrale è “l’eredità dei sentimenti”, lascito sulla cui contesa nascono di frequente conflitti ma anche situazioni comiche: la ricerca della verità sul passato del padre assume talvolta tratti del noir e talvolta i toni divertenti e leggeri della commedia conducendo verso un’elaborazione “lieve” di un fatto grave e difficile da accettare per le due sorelle.

 

Lo scenografo Davide Amadei ha creato nello spazio scenico del Teatro delle Moline un unico ambiente comprendente le tre “stanze” – ciascuna caratterizzata da particolari stati d’animo dei personaggi –, circondato da carta da parati con un motivo di foglie ispirato al quadro di Matisse La musique. A Matisse si richiama anche il sottotitolo dello spettacolo Il silenzio abitato delle case.

 

 

 

Informazioni, prenotazioni e vendita: Arena del Sole, Via Indipendenza 44, Bologna

 

 

Tel. 051.2910.910 · info e vendita on-line biglietti www.arenadelsole.it

ORARI BIGLIETTERIA: il lunedì ore 15.30 – 19.00, dal martedì al sabato ore 11.00-19.00 (festivi esclusi)

Teleprenotazioni con carta di credito: tel. 051.648.63.87 (feriali ore 15.30 - 18.30)


Tags

Arte Cultura e Spettacolo