Utilizzando questo sito si accetta l'uso dei cookies per scopi statistici. Maggiori info su
Banner
Text Size
Banner

Spazio: Marte, prove più tangibili dimostrano l'antica esistenza di un oceano e tanti fiumi, e nuvole con pioggia, articolo e video animazione

Dim lights

Video credits: Animazione di panoramica sui sedimenti del suolo di Marte di proprietà Nasa

 C'era  un oceano grandissimo su Marte. E' quanto emerge da uno studio dell'Università del Colorado a Boulder, che rivela come 3,5 miliardi di anni fa, le pianure settentrionali ospitavano circa 40 mila fiumi e un vasto oceano, che ricopriva più di un terzo della superficie del pianeta rosso.

Secondo le stime, l'oceano avrebbe ricoperto quasi il 36% della superficie di Marte, con più di 31 milioni di chilometri quadrati, un'area superiore a quella dell'Oceano Atlantico.

Per scoprirlo, i ricercatori hanno tenuto in considerazione l'elevazione del litorale di recente scoperta, in relazione ai punti delle reti di un'antica valle che ospitava un 'fiume'. Ebbene, tutti i punti, indicavano un livello d'acqua uniforme.

Ha spiegato Gaetano Di Achille, geologo planetario presso l'Università del Colorado: "Si tratta di uno schema molto semplice presente nel nostro pianeta. Il delta dei fiumi si forma quando si apre nei mari e negli oceani, li mette tutti alla stessa altezza, istituendo una sorta di 'livello medio globale dei mari in tutto il pianeta".

"I nostri risultati- ha poi precisato Achille- danno credito alle teorie esistenti in materia di misura e di tempo riguardo alla formazione di un antico oceano su Marte". E aggiunge: "Il nostro test suggerisce che presto Marte avrebbe potuto probabilmente avere un ciclo globale dell'acqua simile all'attuale configurazione idrologica del nostro pianeta".

“Questa ipotesi negli ultimi vent’anni è stata più volte avanzata e contestata e rimane uno dei maggiori misteri nella ricerca sul pianeta rosso”  scrivono Di Achille e Hynek su Nature Geoscience, ma questo loro lavoro darebbe ora un contributo importante a supporto della tesi della presenza dell’esistenza di un gigantesco oceano su Marte alcuni miliardi di anni fa, quando il pianeta rosso era ancora “giovane”. “Il clima di Marte”, in quel periodo, scrivono ancora gli scienziati,  «”avrebbe potuto sostenere un complesso sistema idrogeologico» e «probabilmente un oceano dell’emisfero nord copriva un terzo della superficie del pianeta”. Analizzando le valli dei 40.000 antichissimi fiumi marziani e i depositi dei delta di 52 di essi, e’ stato confermato che “il ciclo dell’acqua su Marte era simile a quello della Terra, con piogge, acqua che scorreva, laghi e in un grande oceano”.  L’oceano aveva una profondità di 550 metri e copriva il 36% del pianeta e conteneva dunque circa 124 milioni chilometri cubi di acqua. Si ipotizza che poi, in un’epoca non determinata e per motivi da stabilire, il campo magnetico di Marte non abbia più protetto il pianeta dai terribili raggi solai e l’acqua sia lentamente evaporata.  Oggi rimangono solo depositi di ghiaccio ai poli e – forse – in profondità.

Fonte: Ansa 14 giu. 2010; l’impronta; nextme - Foto e video: Nasa

 


Tags

Scienza Natura Storia e Salute