Utilizzando questo sito si accetta l'uso dei cookies per scopi statistici. Maggiori info su
Text Size
Banner
Banner

Il cane di mio fratello - pag. 4

Indice
Il cane di mio fratello
pag. 2
pag. 3
pag. 4
Tutte le pagine

 

 Dopo circa due settimane di latitanza andai alla solita casa, non ne avevo mica tanta voglia, per la storia del cane poi. Tutte le volte a combattere per riuscire ad arrivare alla porta senza essere sbavata, assaltata, messa al muro. Tutte le volte a mangiare un po' in piedi un po' seduta e spalancare le finestre perchè a me l'alito di cane dopo che ha mangiato mi fa venire da vomitare. Tutte le volte a sentirmi le sfuriate di mio padre contro mio fratello per via del cane, e l'ombra di mio fratello vagante per la casa in boxer, con l'aria offesa.

No, non avevo mica voglia.

Ma quella volta dopo due settimane ci andai, per i soliti sensi di colpa e i sensi del dovere. Fuori dal cancello presi dalla buchetta delle lettere una decina di depliants pubblicitari e li arrotolai a mo' di bastone. Mi mancava solo lo scotch.

Achille piè veloce ovviamente mi stava aspettando da quando io ero al semaforo cento metri prima. Era davanti al cancello ad attendermi e aveva concentrato tutta la sua frenetica contentezza nella coda, che dimenava all'impazzata. Ogni tanto abbaiava al mio indirizzo per darmi il benvenuto. Io aprii piano il cancello facendomi scudo con i volantini. Lui si fermò un attimo sospeso e mi guardò con aria beota e felice. Io lo guardai un po' intimorita. Oddio, e adesso che fa?

Ma quella volta stranamente non mi saltò addosso e mi accompagnò festoso su per le scale fino alla tavola, mi sedetti.

Il cane andò a testa bassa fino al frigorifero ove lo guardavano paterni mio padre e mio fratello.

- bravo bravo Achille, bravo.

Mio fratello gli fece una carezza sulla testa, mio padre aprì il frigo e gli allungò un pezzo di wurstel.

- Oh, ma che è successo al cane? Sta male?

- Abbiamo iscritto Achille ad un corso di educazione per cani, perchè lui è un cucciolo e ha bisogno di imparare le regole

I costi per la fornitura settimanale di wurstel crebbero a dismisura in quella casa, e Achille conobbe il peso del ricatto.

 Allo stato attuale dei fatti, il letto singolo della camera degli ospiti è stato trasportato in cantina, e al suo posto c'è la brandina scaccata rossa, giaciglio del cane. Pelo ovunque. Quella degli ospiti è anche la stanza di mio figlio quattro anni quando viene qui, piena di giochi, qualcuno morsicato dal cane.

Ma tanto lui, Achille piè veloce, nelle sue stanze non ci sta mai, o è in cucina ad elemosinare un pezzo di wurstel, o è in camera di mio fratello, sul letto, a guardare la televisione, o è sul divano tre posti in pelle umana, sommariamente coperto con un asciugamano da mare, a guardare i pesci dell'acquario.

Bella vita fa lui, il cane di mio fratello, il possesso in questo caso è assolutamente formale.


Tags


NOTIZIE