Utilizzando questo sito si accetta l'uso dei cookies per scopi statistici. Maggiori info su
Text Size
Banner
Banner

Ferrara Presto nei ristoranti, il binomio arte e cucina tipica si incontrano

 I CAPPELLACCI DI ZUCCA NEL PIATTO ESTENSE 2011  

Artigianato artistico e prodotti tipici: un binomio vincente per promuovere il territorio sulle tavole dei ristoranti della provincia di Ferrara 

 

Il progetto Piatto Estense, fortemente voluto dalla Giunta della Camera di Commercio di Ferrara, e realizzato in stretta collaborazione con gli Istituti “Dosso Dossi”, “Orio Vergani” e “Fratelli Navarra” e le associazioni territoriali di categoria, promuoverà anche quest'anno, in modo originale ed efficace, agricoltura, enogastronomia e artigianato locali. 

L’iniziativa, giunta alla settima edizione, ha visto all’opera, anche nel 2011, l’estro e la professionalità degli studenti per la realizzazione di un piatto artistico in ceramica graffita e di una ricetta inedita dedicata ai cappellacci di zucca (prodotto tipico scelto per quest’anno dopo la pera, il riso del Delta, la vongola di Goro, la coppia ferrarese, la salama da sugo ferrarese e l’anguilla della valli di Comacchio), che saranno protagonisti della Settimana Estense. 

A partire dal 17 settembre infatti, in un periodo che tradizionalmente attrae nella nostra provincia un notevole flusso turistico, si potrà gustare la ricetta “Cappellacci con fonduta di provolone e nocciola con pancetta croccante”, presentata, nei ristoranti che aderiranno all'iniziativa, direttamente nel Piatto Estense 2011. 

“I cappellacci di zucca - ha commentato Carlo Alberto Roncarati, presidente della Camera di Commercio di Ferrara – rappresentano un importate prodotto tipico del nostro territorio, sempre più apprezzato e conosciuto. In una realtà moderna e dinamica promuovere il Piatto Estense significa costruire un ponte tra tradizione ed innovazione, affrontare in modo nuovo le antiche produzioni all’insegna della qualità, come fattore competitivo ma anche come concreta alleanza con i consumatori”. 

Una occasione imperdibile dunque, per ristoratori (sono in tanti ad aver già contattato la Camera di Commercio) e turisti, per offrire e assaporare gusto e cultura, arte e tradizione, qualità e accoglienza, unite alle bellezze architettoniche e naturalistiche del nostro territorio che, a fine estate, saprà essere suggestivo come sempre. 

I ristoratori interessati ad aderire all’iniziativa e a richiedere i piatti in ceramica alla Camera di Commercio dovranno trasmettere la domanda entro il prossimo 21 luglio. Per ogni informazione sulle modalità di partecipazione si può contattare la segreteria dell'Ente camerale telefonando al numero 0532/783900, scrivendo una e-mail all'indirizzo Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo. o consultando il sito www.fe.camcom.it . 


Tags

NOTIZIE