Utilizzando questo sito si accetta l'uso dei cookies per scopi statistici. Maggiori info su
Text Size
Banner
Banner

Ferrara Amore e moda lascia Comacchio ed approda ad Alghero

 SFILATA D’AMORE E MODA LASCIA COMACCHIO PER ALGHERO

La trasmissione verrà registrata nella cittadina sarda mercoledì 22 giugno e andrà in onda come sempre su Retequattro dopo pochi giorni

Dopo dieci anni di successi sulla splendida scalinata dei Trepponti di Comacchio, quest’anno i riflettori di “Sfilata d’Amore e Moda” si accenderanno ad Alghero.

Sarà infatti la città sarda, che ha vinto la concorrenza di altre prestigiose location italiane, a prendere il posto di Comacchio e ad andare in onda in prima serata su Retequattro.

Anche questa nuova edizione si presenta di altissimo livello. Accanto ad Emanuela Folliero, riconfermata conduttrice dell’evento, ci saranno due inviati davvero speciali come Tessa Gelisio e Rossano Rubicondi. Grandissimi nomi della moda torneranno in passerella fra questi Antonio Marras, Fausto Sarli, Egon Furstenberg, accanto a prestigiose case di moda che spaziano dal pret a porter al beach wear e tra queste dei veri e propri must del settore come Pin Up, Agogoa e Parah.

Da segnalare anche la presenza di una casa di moda ferrarese, precisamente di Argenta. Si tratta di Delves JK, di Delves Donati e della stilista cinese Juan, che presenterà le sue creazioni in pelle. Fra gli artisti di questa edizione spicca su tutti il nome di Roberto Vecchioni, il violinista Lino Cannavacciuolo, i Tazenda, il divertentissimo Rocco il Gigolò e fra i testimonial la signora Briatore, al secolo Elisabetta Gregoraci, Laura Barriales, Roberto Farnesi e molti altri.

“Insieme all’emozione per un nuovo esordio, ci sarà anche un po’ di tristezza per avere lasciato i Trepponti – affermano gli organizzatori dell’evento Alessandro Pasetti e Stefano Cavezzi -  e quell’atmosfera magica che Comacchio sapeva trasmettere. Ci dispiace perché pensiamo che la manifestazione sia stata liquidata con troppa fretta senza pensare alla visibilità enorme che in questi anni è derivata al territorio da una trasmissione che ogni anno superava i 10 milioni di contatti televisivi. Abbiamo anche cercato di tenerla “in casa”  portandola a Ferrara. Ma anche in questo caso le orecchie del Comune sono state del tutto sorde. Vogliamo però ringraziare il presidente della Cassa di Risparmio Sergio Lenzi, che si è prodigato per creare una cordata ferrarese che la tenesse in città, la presidente della Provincia Marcella Zappaterra, che ci aveva dato subito il suo appoggio e Giulio Felloni che si è reso disponibile a coinvolgere le realtà commerciali e imprenditoriali del centro cittadino”.


Tags

NOTIZIE