Utilizzando questo sito si accetta l'uso dei cookies per scopi statistici. Maggiori info su
Banner
Text Size
Banner

7° Fiera di Merci e Bestiame Poggio Renatico (FE) 12 giugno 2011

 LA 7ª FIERA DI MERCI E BESTIAME HA CONQUISTATO MIGLIAIA DI VISITATORI 

"Get the Flash Player" "to see this gallery."

Centinaia di volontari, prodotti agricoli e non, colori e sapori del variegato paniere del territorio, animali, macchine agricole d’epoca e attuali: ha iniziato a prendere vita alle prime ore di domenica 12 la cittadella dell’Antica Fiera di Merci e Bestiame. Dopo l’inaugurazione della 7ª riedizione, l’area agricola di via Bologna è stata presa d’assalto dai visitatori, che a migliaia durante la giornata hanno potuto apprezzare le risorse della rigogliosa campagna poggese. Il taglio del nastro è stato affidato al sindaco Paolo Pavani, affiancato dall’intera giunta comunale, alla presenza della presidente della Provincia, Marcella Zappaterra, e del consigliere regionale Roberto Montanari.

Ad accoglierli il presidente della neo costituita Associazione Fiera di Merci e Bestiame, Roberto Govoni, che ha ringraziato «tutto il volontariato locale e  tutti quelli che hanno lavorato per la realizzazione della manifestazione». «Questo evento – ha rimarcato il primo cittadino - vuole fare rivivere l’antico mercato, che dall’’800 al dopoguerra ha avuto forte valenza socio-economica. Oggi la sua finalità è fare conoscere la cultura e le eccellenze del nostro territorio, a vocazione eminentemente agricola, e fare trascorrere alle famiglie una bella giornata nella natura. Le problematiche finanziarie degli enti locali hanno investito anche Poggio Renatico e senza il fattivo impegno del volontariato e della nuova associazione non potremmo godere di questa splendida manifestazione». «La rievocazione poggese è particolarmente significativa – ha aggiunto Marcella Zappaterra -, dal momento che ci riconduce alle origini della nostra gente e ci consente di recuperare le nostre radici, i valori a cui dobbiamo rifarci per guardare al futuro.

L’agricoltura rappresenta il settore trainante della nostra provincia: questa fiera ne è una bella vetrina. Il suo rilancio è frutto del lavoro di squadra capace di superare le difficoltà che stiamo vivendo». «La vostra forza è legata alla qualità, alla concretezza e alla partecipazione – ha rilevato  Roberto Montanari –. L’agricoltura, che registra 4,3 miliardi di euro di produzione regionale in un comparto che vale 22 miliardi, deve diventare, grazie al riconoscimento delle tipicità e all’innovazione, un settore primario non una cenerentola.

E’ proprio partendo dalle fiere che guardano alla storia e al passato che potremo fare dell’agricoltura un elemento di rinascita del paese». Quindi spazio al fascino e la vitalità della tradizione rurale, alla buona cucina, al divertimento e alla spensieratezza che hanno conquistato fino a sera intere famiglie, molte delle quali giunte anche da fuori provincia.


Tags

Fiere Sagre e Mercatini